Cantanti famosi in lite con i giornalisti: da Rihanna a Nicki Minaj

Dopo la vicenda di Rihanna, ecco una serie di cantanti che hanno discusso pubblicamente con giornalisti

Ricordate la vicenda di Rihanna che aveva risposto, seccata, ad una giornalista del Daily Mail? Accusata di essere un cattivo esempio per i giovani, la cantante aveva perso la pazienza, criticando apertamente la donna:

“LOL!!!! I miei soldi hanno la cattiva abitudine di far in*azzare la gente Se sinceramente vuole aiutare le ragazzine più dei loro stessi genitori, ecco un suggerimento ‘tossico’: Non essere amatoriale con i tuoi articoli, suonano tristi! Cos’è tutta questa storia sui capelli, unghie, costumi e tatuaggi?? …. Quella me*da t non è roba intelligente! Quella me*da non è giornalismo! questo è una solo un triste e trascurato casino relativo alla menopausa! Nessuno qui si comporta come fosse una persona perfetta! Non pretendo di essere come te… io semplicemente vivo la mia vita! E non so ancora perché tutta questa sorpresa! “Il ruolo di modello” non è un titolo o una posizione della quale mi sono mai fatta vanta o abbia propagandato, perciò smettiamola! Ho le mie cose sulle quali lavoro, non mi sono mai rappresentata perfetta, ma solamente come me stessa! Chiamala come vuoi, Toxic era carino, Poisonous Pop Princess aveva un bel suono, solo è troppo lunga. Ps. La mia prima copertina per American Vogue è stata nel 2011… ad aprile!!!”

Ma, negli ultimi anni, non è stata solo lei ad avere qualche problema di comunicazione con i giornalisti del settore. Prendiamo ad esempio altri casi.

M.I.A. contro Lynn Hirschberg del The New York Times: nel luglio del 2012, la giornalista del quotidiano aveva bollato come “ipocrita” M.I.A., che giocava a fare la rivoluzionaria mentre poi sgranocchiava un delicato piatto a base di tartufo presso l’elegante Beverly Wilshire Hotel di Beverly Hills, in California In risposta al pezzo, MIA aveva twittato il numero di telefono cellulare di Hirschberg e le registrazioni pubblicate dell’intervista reale nel suo blog che ha rivelato che non solo era stata Hirschberg ad aver ordinato le patatine tartufo, ma che anche il giornalista aveva preso citazioni provenienti da diverse parti del colloquio. Il New York Times ha pubblicato una lunga rettifica per la storia e la Hirschberg ha detto che ha trovato il tweet “esasperante e non sorprendente”

Kanye West contro Sway di MTV: Questa è uno delle più divertenti “faide” tra un rapper e un giornalista. All’inizio di quest’anno, Sway di MTV e aveva classificato Kanye West al settimo posto nella loro lista annuale dei pezzi “Hottest MC”, West ha telefonato per il New York stazione radio Hot 97 per sfogare le sue frustrazioni, lamentandosi per la scarsa posizione ottenuta e criticando lo stesso Sway, seccato e infastidito.

Courtney Love contro Lynn Hirschberg di Vanity Fair: Anche lei si è scontrata -prima di Mia- con Lynn Hirschlberg. Già nel 1992, Hirschberg aveva scritto un pezzo graffiante riguardo Courtney Love su Vanity Fair con il titolo, “Strange Love.” Il pezzo descriveva il rapporto roccioso con il marito-frontman dei Nirvana Kurt Cobain. Ha inoltre affermato che la Love aveva preso eroina mentre era incinta della figlia della coppia, Frances Bean, e che ha portato la bimba ad essere temporaneamente allontanata dalla loro casa. La Love ha poi scritto una canzone chiamata “Voglio la testa di Lynn Hirschberg” ed è ha dato vita ad una epica guerra contro lo scrittore in un’intervista a The Fix, rivendicando come la storia avesse contribuito a portare il defunto marito al suicidio. “Lei è famosa per fare pezzi crudeli su altre donne e pom*ini a uomini famosi ebrei”, ha detto la Love. “In realtà, lei è stato licenziato da Vanity Fair, perché ha mandato a Jerry Seinfeld un articolo che aveva scritto su di lui e gli ha permesso di modificarlo prima che apparisse nella rivista. Lei è un mostro, questo è tutto quello che posso dire. Non ho odio nel mio cuore per nessuno, ma lei è più responsabile della morte di mio marito di chiunque altro”

Nicki Minaj contro Laura Saltman & Billy Bush di Access Hollywood: All’inizio di quest’anno, i padroni di casa di Access Hollywood, Billy Bush e Laura Saltman, hanno visto uno speciale su American Idol, ma a quanto pare non sono stati molto colpiti dall’atteggiamento del giudice Nicki Minaj. In un post sul blog, Saltman ha detto che è stato sorpreso dalla “mancanza di professionalità” della Minaj scrivendo: “Nei miei 20 anni di notizie di intrattenimento, ho intervistato quasi 5.000 personaggi famosi – persone che hanno diritto di vantarsi più di Nicki. Uomini e donne che hanno vinto Oscar, Grammy ed Emmy. Eppure, di gran lunga, è lei la più scortese di tutti coloro che ho incontrato. Ogni settimana, lei viene backstage per le interviste e ci viene detto “Solo due domande”, mentre il suo staff aleggia su di voi e, a volte, hanno anche la loro mano sul braccio, come si finisce il colloquio per farvi smettere. Lei rende il contatto visivo nullo e non ha alcun collegamento con chi la sta intervistando. Se le piace la tua domanda, può dare una risposta adeguata. Se non lo fa, può darti uno sguardo sdegnato e andarsene”. La Minaj aveva risposto seccata, su Twitter, criticando i due, paragonando l’uomo come un “finto” Ryan Seacrest e ironizzando: “Onestamente, se la giornata è stata veramente rovinata perché me ne sono andata dopo una domanda, piuttosto che discutere di qualcosa di negativo, avete bisogno di farvi una vita!”

Via | Daily Beast