Rihanna risponde furiosa ad una giornalista del Daily Mail che aveva scritto un pezzo contro di lei

Rihanna reagisce molto male nei confronti di un articolo sul Daily Mail

Qualcuno calmi Rihanna

La cantante è nuovamente al centro dell’attenzione mediatica e- ancora una volta- non per argomenti musicali ma per un altro esempio della sua impulsività. Pochi giorni fa vi abbiamo mostrato il video della microfonata tirata in testa ad un suo fan durante un concerto. La sua colpa? Probabilmente averla trattenuta troppo (o malamente).

Ebbene, nelle scorse ore, la cantante ha perso la pazienza nei confronti di una giornalista che ha scritto un pezzo molto critico su di lei, sul Daily Mail. La donna non ci è andata leggera, definendo Rihanna come un esempio tossico per i giovani fan (e la foto caricata dalla stessa cantante con le due sigarette “artigianali” enormi, in bocca, non hanno dato un’immagine diversa…)

E’ stata anche definita “Poisonous pop princess”, proprio per i testi, le immagini caricate spesso troppo esplicite e per il cattivo esempio che mostra ai giovani fan (a partire dalla sua tormentata storia d’amore con Chris Brown dopo essere stata picchiata dal suo ex compagno). Un pezzo che non è stato tollerato e che ha portato Rihanna a rispondere alla giornalista, con una foto caricata via Instagram. Nelle sue parole possiamo leggere:

“LOL!!!! I mie soldi hanno la cattiva abitudine di far in*azzare la gente Se sinceramente vuole aiutare le ragazzine più dei loro stessi genitori, ecco un suggerimento ‘tossico’: Non essere amatoriale con i tuoi articoli, suonano tristi! Cos’è tutta questa storia sui capelli, unghie, costumi e tatuaggi?? …. Quella me*da t non è roba intelligente! Quella me*da non è giornalismo! questo è una solo un triste e trascurato casino relativo alla menopausa!”

Non ancora soddisfatta, ha continuato:

“Nessuno qui si comporta come fosse una persona perfetta! Non pretendo di essere come te… io semplicemente vivo la mia vita! E non so ancora perché tutta questa sorpresa! “Il ruolo di modello” non è un titolo o una posizione della quale mi sono mai fatta vanta o abbia propagandato, perciò smettiamola! Ho le mie cose sulle quali lavoro, non mi sono mai rappresentata perfetta, ma solamente come me stessa! Chiamala come vuoi, Toxic era carino, Poisonous Pop Princess aveva un bel suono, solo è troppo lunga. Ps. La mia prima copertina per American Vogue è stata nel 2011… ad aprile!!!”

I Video di Soundsblog