Doug Wimbish: Bassi istinti

Il nome mi suonava noto e in effetti ho ascoltato Doug Wimbish milioni di volte nei mix della Sugarhill Gang, quando il rapper aveva dietro una band che suonava piu’ o meno la disco dance. Ha seguito il rap fino al giorno d’oggi, ad esempio suonando con Mos Def, ma anche con rocker come Annie

di

Il nome mi suonava noto e in effetti ho ascoltato Doug Wimbish milioni di volte nei mix della Sugarhill Gang, quando il rapper aveva dietro una band che suonava piu’ o meno la disco dance. Ha seguito il rap fino al giorno d’oggi, ad esempio suonando con Mos Def, ma anche con rocker come Annie Lennox, Rolling Stones e Madonna. Nel 1984, passati da New York a Londra, la combriccola di Wimbish iniziò a lavorare con Adrian Sherwood e la sua etichetta On-U Sound (sito ufficiale, tributo), inizando con il gruppo sperimentale di dub “bianco” Tackhead, per finire con una marea di produzioni che continuano tutt’ora. Qui lo vedete in un’ora di bass clinic al Festival Jazz di Montreux.

I Video di Soundsblog