Iron Maiden: show finale del tour all’O2 Arena di Londra, biglietti nominali

Solo 20,000 i biglietti disponibili per il concerto: innovativi i sistemi anti-bagarinaggio.

Ieri gli Iron Maiden hanno suonato un concerto epico in patria, come headliner del Download Festival (epico sia perchè suonato davanti a 90,000 spettatori, sia perchè, come potete vedere nel video in fondo all’articolo, prima di salire sul palco hanno fatto volare sul circuito di Donington un vero Spitfire della Seconda Guerra Mondiale, che ha ‘bombardato’ la scenografia e ha fatto comparire la band…).
Durante una pausa fra le canzoni, Bruce Dickinson ha annunciato che questo “Maiden England 2013” tour si concluderà il 3 Agosto con uno show “a sorpresa” (nel senso che non era stato annunciato in precedenza) all’O2 Arena di Londra. La folla è esplosa in un boato, ma la domanda nella testa di tutti è sicuramente stata: “Ma se i Maiden stanno suonando in festival da 90,000 persone (e pure in Italia ne hanno portate 40,000 al Sonisphere di Rho), i fan impazziranno per trovare un biglietto per la 02 Arena, che conta solo 20,000 posti per gli spettatori!”

Il pericolo di dare tutto in mano ai bagarini, quindi, era alto, ma gli Iron Maiden hanno deciso di sperimentare con la tecnologia moderna, annunciando che i biglietti per quel concerto non saranno cartacei, e saranno tutti nominali, legati alla carta di credito chi li compra.
Per riassumere il procedimento: appena partite le prevendite, i fan compreranno i biglietti pagandoli esclusivamente con la carta di credito, senza avere in mano nient’altro. Il giorno del concerto i fan si presenteranno ai cancelli con in mano la carta di credito e la carta d’identità, e una verifica via computer permetterà loro l’accesso. E’ consentito l’acquisto di più biglietti in una volta sola, ma il giorno del concerto chi li ha comprati dovrà presentarsi ai cancelli ed entrare con tutti i suoi amici in un colpo solo.

Il meccanismo è macchinoso e sicuramente susciterà perplessità o polemiche, ma la band difende l’idea dicendo che vogliono che i loro fan spendano solo il prezzo fissato per il biglietto, evitando di pagare il doppio o il triplo a bagarini o a siti di “secondary ticketing” (in Inghilterra il fenomeno della rivendita online di biglietti è addirittura arrivato in Parlamento: leggete l’articolo di Arianna Ascione per un approfondimento sulla squallida pratica di bagarinaggio online). Una cosa simile era stata provata dai Led Zeppelin per il loro concerto della reunion (sempre alla O2 Arena, attrezzata per questo tipo di controlli all’ingresso), e le cose erano filate lisce, dopo qualche perplessità. I Maiden stessi dicono di aver testato il sistema ticketless 8e paperless) nello scorso tour americano – in America dopotutto si paga anche il giornale, con la carta di credito, sono molto più abituati a non usare banconote…
Che sia questo il futuro, per gli eventi attesissimi e dal sicuro successo?

Mentre ci riflettiamo, godiamoci lo Spitfire che ha dato il via al concerto di ieri sera degli Iron Maiden al Download…

I Video di Soundsblog