Bono diventa “Cavaliere”

Dopo esser stato nominato “uomo dell’anno” (insieme ai coniugi Gates) dalla rivista Time e Legion D’Honneur dal presidente Jacques Chirac in Francia, Bono, leader degli U2, continua a far parlare di sè per il titolo di ‘Cavaliere‘ assegnatogli ieri dalla regina Elisabetta II in merito ai grandi successi raggiunti in campo musicale ma anche grazie

Dopo esser stato nominato “uomo dell’anno” (insieme ai coniugi Gates) dalla rivista Time e Legion D’Honneur dal presidente Jacques Chirac in Francia, Bono, leader degli U2, continua a far parlare di sè per il titolo di ‘Cavaliere‘ assegnatogli ieri dalla regina Elisabetta II in merito ai grandi successi raggiunti in campo musicale ma anche grazie al suo impegno a favore di cause umanitarie.

Bono ha sottolineato l’importanza del riconoscimento per un irlandese e ha poi continuato rimarcando i problemi che riguardano l’Africa e la crisi dei paesi del terzo mondo. Il cantante riceverà l’onorificenza all’inizio del prossimo anno nella sua città natale, Dublino, dall’ambasciatore inglese David Reddaway.

Nonostante ciò non potrà mai vantare il titolo di ‘Sir’, riservato ai soli cittadini britannici, così alla fine della cerimonia, tra i microfoni dei giornalisti, aggiunge scherzosamente: ‘Non chiamatemi Sir ma potete chiamarmi Lord dei Lord o semi-dio’.

I Video di Soundsblog