Tanti auguri Alex Britti

Oggi è il compleanno di Alex Britti

Oggi Alex Britti compie 43 anni: nato a Roma il 23 agosto 1968, Britti è arrivato al successo del grande pubblico relativamente tardi, a trent’anni. Era l’estate del 1998, e le spiagge italiane erano invase da un motivetto pop destinato a scalare le classifiche: era Solo una volta (o tutta la vita).

La classifica di quell’estate mostra la concorrenza: singoli come Life di Des’ree, Truly madly deeply dei Savage Garden o andando più sull’italiano With this ring (Let me go) di Molella & Phil Jay, remix di un pezzo degli Heaven 17 del 1983. Di lì in poi per Alessandro Britti è un crescendo: nel 1998 arriva l’album It.Pop, successo clamoroso, poi nel 2000 La vasca.

Segue nel 2003, 3, e nel 2005 Festa. Nel 2008 esce Alex Britti MTV Unplugged – qui un video, condivisibile il primo commento: se fosse americano sarebbe una star planetaria – poi nel 2009 l’ambizioso .23, e quest’anno il Best Of. Strano a dirsi ma nella hit parade italiana singoli Alex Britti è riuscito a piazzare un solo numero 1, era il 1999 e il singolo era Oggi sono io, inciso anche da Mina. E Solo una volta?

Macché: si fermò al 2° posto. Era il 3 ottobre 1998, l’estate ormai finita e va detto che la concorrenza da scalzare in cima alla classifica erano gli Aerosmith, con I don’t wanna miss a thing, colonna sonora del blockbuster planetario Armageddon. Un grande artista Alex Britti, anche se spesso osteggiato dalla critica per aver scelto la strada del pop – ma avercene, di pop alla Alex Britti in Italia, avercene – “rinnegando” in parte le origini blues, mettendo in ombra una tecnica chitarristica effettivamente mostruosa.

Mettendo in ombra? Mica tanto poi, come può confermare chiunque lo abbia sentito dal vivo: date un’occhiata, aprendo bene le orecchie a questa versione acustica di Buona Fortuna che aveva caricato sul suo canale youtube un paio d’anni fa.

I Video di Blogo

Alessandro Cattelan, Ce la faremo

Ultime notizie su Italians Do It Better

Tutto su Italians Do It Better →