Rolling Stones, una vodka per i 50 anni di carriera

Un pacchetto regalo a base alcolico-musicale per celebrare i nonni del rock’n’roll.

Non bastava il 50 & Counting Tour con le numerose date e special guests (tra cui Katy Perry e Gwen Stefani) a celebrare la lunga e prolifica carriera dei Rolling Stones: la band inglese, in accordo con l’etichetta discografica Universal Music Canada e la compagnia Crystal Head Vodka fondata da Dan Aykroyd (sì, lui, il Blues Brother), ha ideato un particolare pacchetto regalo per i cinquant’anni di storia del gruppo, contenente anche una speciale vodka creata appositamente per i Rolling Stones.

Nella gift box di celebrazione, in forma di cubo che riprende la celeberrima copertina di Sticky Fingers con una vera zip per l’apertura, ci saranno due dischi live con esibizioni dal vivo mai precedentemente pubblicate in altri album, un decanter in cristallo a forma di teschio, una bottiglia di vodka Crystal Head e un adesivo da bottiglie con il logo personalizzato per i cinquant’anni di carriera. Il pacchetto lo si può comprare online e costa circa 130 dollari.

 

Dan Aykroyd ha commentato la scelta dell’inusuale partnership celebrativa ponendo l’accento sull’eccezionalità del regalo: può essere perfetto per una festa del papà, un Halloween o un Natale diverso, specialmente se si hanno in famiglia dei rocker appassionati di Rolling Stones o vodka (che in molti casi possono anche coincidere):

There has never been a greater Father’s Day gift, Halloween decoration or Christmas present. Anybody who loves the Stones or great vodka-and pretty much everyone I know loves both-will be all over this.

I Rolling Stones sono solo gli ultimi della fila ad aver associato il proprio nome allo spirito, in senso alcolico, per celebrare la propria carriera: sono stati molti i gruppi che hanno promosso birre associate al loro nome, come i Maximo Park già anni fa, gli AC/DC e la loro Black Ice (la band australiana è anche su alcuni vini col proprio nome) i Sepoltura, gli Iron Maiden con la Trooper, i Pearl Jam e persino gli Hanson con la loro Mmmhops. Non resta che preparare i bicchieri da shot e ricordarsi che la vodka è più buona servita ghiacciata.

(foto della gift box dal Facebook della Crystal Head)