Tanti auguri L’Aura Abela!

Tanti auguri a L’Aura Abela, tornata da poco con il singolo Gira l’estate

L’Aura è nata il 13 agosto 1984 a Brescia Il suo esordio discografico avviene nel 2005 con l’album Okumuki, anticipato dal singolo Today che ottenne un buon successo nelle vendite e nella rotazioni radiofonica. Possiamo dire che è stata questa la canzone, insieme a Radio Star e Una favola, con cui cui ha iniziato a farsi conoscere.

Ma il vero e proprio boom l’ha avuto con la partecipazione a Sanremo 2006. Il brano Irraggiungibile, che però non è arrivato in finale, è diventato col tempo, forse, il brano che maggiormente rappresentativo per lei. Voce intensa e plasmata, aveva assicurato altro successo al suo primo album, per l’occasione uscito in una riedizione (comprendente anche tre inediti e la cover del brano Life on Mars?).

Nell’estate 2006 ci riprova con un altro singolo dallo stesso album ma non va bene come i precedenti: Domani non vende quanto si spera e così si passa direttamente al secondo album. Ma…

L’8 giugno 2007 ecco che vede la luice Demian: primo singolo scelto “Non è una favola”. Ottiene un buon airplay e un consenso discreto di pubblico. Il secondo singolo, un duetto con Max Zanotti, E’ per te, invece non brilla particolarmente. I due brani non riescono a far decollare l’album che, dopo appena tre settimane, abbandona la top 100 degli album più venduti.

Ecco così il ritorno a Sanremo nel 2008 con Basta! Posizione massima raggiunta nei singoli: diciannovesimo gradino. La canzone è inserita nel suo terzo album, L’Aura, e vince il premio Lunezia per il testo. Il 21 giugno 2009 ha partecipato all’evento Amiche per l’Abruzzo e poi ha inciso alcuni brani per la colonna sonora di film della Walt Disney.

Nel 2010 ritona e cambia nome: basta L’aura, ecco L’Aura Abela. Il primo singolo è “Come spieghi” dall’Lp “Sei come sei” e inserito nella compilato del film “Femmine contro maschi”. Vetta toccata dal suo nuovo lavoro, il cinquantesimo posto della classifica Fimi. Nel 2011 duetta insieme a Nathalie per il brano “Vivo sospesa” a Sanremo.

Ed è poche settimane fa, intorno a fine luglio, che L’Aura si riaffaccia alla musica con il singolo “Gira l’estate”. Un pezzo assolutamente leggero, lontano dagli schermi iniziati di cantante ‘impegnata’: una legittima parentesi per riaffermare il suo successo iniziale?

Tanti Auguti a L’Aura, sperando di poter sentire altri brani intensi come “Today” e “Irraggiungibile”, che tanto avevo amato.