Beyoncè: il fenomeno “evergreen”

Beyoncè e il successo di “4”


Ricordate quando al debutto disastroso di “Run The World (Girls)” tutti gridavano al flop? Bene: in molti ritenevano che una “Bionic 2.0” era stessa per arrivare nel mondo della discografia. Si pensava che un’altra grandissima popstar, dopo Christina Aguilera, avesse dovuto perdere il proprio primato nelle classifiche. E invece no…

A distanza di più di un mese dall’uscita del suo ultimo album, possiamo dire che “4”, l’ultimo disco di Beyoncè, si è rivelato un successo. Disco di platino negli Stati Uniti, disco d’oro in UK, più di un milione di copie vendute in tutto il mondo, concerti sold out dopo soli 22 secondi dalla messa in vendita dei biglietti… e tutto questo senza una singola hit che potesse fungere da traino e con all’attivo tantissimi haters pronti a pestarle i piedi in fatto di pubblicità negativa.

Come spiegare tutto questo quindi? Probabilmente Beyoncè va inserita di diritto in quella lista di artisti che nel bene e nel male saranno sempre apprezzati dal grande pubblico il quale, nonostante quello che si dice, riesce ancora a sostenere le belle voci, quelle che non moriranno mai. Per questo si può tranquillamente affermare che l’artista è una “evergreen”, una di quelle cantanti che è riuscita non solo a costruirsi un fanbase corposo e sicuro ma che con la sua maestria artistica è stata capace di andare oltre le semplici esigenze commerciali proponendo qualcosa che fosse più aulico in termini musicali, senza ovviamente dimenticare di strizzare l’occhio al mercato discografico. Lei stessa da una spiegazione.

Beyoncè




“L’album è un lavoro d’amore, non è fatto per i singoli. Sentivo che le emozioni, gli strumenti suonati dal vivo e l’anima mancavano nell’industria musicale, specialmente nella musica pop che circola adesso”

Ovviamente non dobbiamo dimenticare che come sa vendersi Beyoncè nessuno riesce a farlo, Lady Gaga permettendo. Concerti, esibizioni, video, copertine e quant’altro sono il suo pane quotidiano e nessuno riesce a toglierglielo.

E non scordiamoci nemmeno che lei è un’artista a 360 gradi: non solo canta superbamente, ma recita e balla alla perfezione. C’ha pure il marito rapper/producer/ricco/famoso e delle amiche/colleghe che la stimano tantissimo e che ne parlano benissimo.

Insomma: Beyoncè è un fenomeno… uno di quei fenomeni che non deluderanno e flopperanno mai (o difficilmente). Concordate?






I Video di Blogo

Alessandro Cattelan, Ce la faremo