Ben L’Oncle Soul reinterpreta “Seven Nation Army” dei White Stripes

Ascolta il brano dei White Stripes in versione motown dell’artista francese

di piero

I fortunati sotto l’ombrellone (e gli sfortunati ancora sotto gli ordini del capo in ufficio) che si stanno affidando alla cara, vecchia radio per costruirsi la colonna sonora dell’estate 2011 avranno molto probabilmente acchiappato nell’etere l’ennesima riproposizione di Seven Nation Army dei White Stripes.

Atmosfere motown, voce calda e ‘sporca’ come si conviene…scatta inevitabile il domandone: di chi sarà mai l’ugola coverizzatrice? Di Benjamin Duterde in arte Ben L’Oncle Soul, francese classe 1984: supera il valico alpino mainstream solo adesso, ma è in giro dal 2009. Il pezzo che tanto sta a cuore a noi italiani (per essere stato il motivetto simbolo -PO POPOPO PO PO PO- della vittoria ai Mondiali di calcio 2006) era contenuto nell’EP Soul Wash – Lesson One assieme ad altre hits internazionali, tutte reinterpretate. Se fate il saltino potete ascoltare I Kissed a Girl di Katy Perry, Barbie Girl degli Aqua e Say U’ll Be There delle Spice Girls, tutte fatte a modo suo.

Nella carriera di Ben a quell’EP ha poi fatto seguito l’album di debutto (et. Universal) che porta il suo nome d’arte a mò di titolo. Se il garçon vi ha colpiti e volete approfondire la conoscenza visitatene il canale MySpace o planate su Last.fm

Ben L’Oncle Soul | Covers