Morrissey shock: “La strage di Oslo? Niente in confronto ai fast food”

L’ex leader degli Smiths minimizza la strage di Oslo paragonandola ai fast food


Steven Patrick Morrissey, ex leader della band anni 80 The Smiths, ha rilasciato una dichiarazione shock durante il suo ultimo concerto a Varsavia, domenica scorsa. Avete presente la strage di Oslo di cui si è tanto parlato in questi giorni? Anders Behring Breivik, ha ucciso circa 76 persone, in un campo estivo per giovani, travestito da poliziotto. E Morrisey ha voluto commentare il gesto, con un paragone azzardato che sembra minimizzare il tutto:

“Credo che quanto successo qualche giorno fa sia niente rispetto a quanto succede tutti i giorni nel mondo da McDonald’s o da Kentucky Fried Shit”

Inutile dire che le sue parole hanno suscitato sdegno e polemiche in tutto il mondo. Il suo staff si è dissociato dalle parole ma in molti vedono il suo commento come voluta esaspetazione del suo stile di vita vegano. Non per niente una vecchia hit era “Meat is murder” (carne è omicidio). Resta comunque il pensiero finale, un suo modo per dire: vi scandalizzate per 76 morti innocenti? Pensate alle politiche aziendali alla base dei fast food…

I Video di Blogo

Alessandro Cattelan, Ce la faremo