U2: al concerto di Glastonbury ci sarà una manifestazione contro la band, accusata di evadere le tasse

Quando gli U2 saliranno sul palco il prossimo 24 giugno per il concerto di Glastonbury, troveranno ad accoglierli una protesta organizzata dagli attivisti di Art Uncut, che accusano la band di essersi comportata in modo sleale in occasione dei pagamenti delle tasse. L’inizio di tutto è stato quando nel 2006 gli U2 hanno spostate una

di david


Quando gli U2 saliranno sul palco il prossimo 24 giugno per il concerto di Glastonbury, troveranno ad accoglierli una protesta organizzata dagli attivisti di Art Uncut, che accusano la band di essersi comportata in modo sleale in occasione dei pagamenti delle tasse.

L’inizio di tutto è stato quando nel 2006 gli U2 hanno spostate una parte delle loro attività economiche dall’Irlanda all’Olanda, mossa che molti hanno interpretato come un semplice modo di evadere le tasse della terra natia. I ragazzi di Art Uncut non hanno alcuna intenzione di interrompere il concerto o impedirlo, ma sono comunque determinati a dare più visibilità possibile alla protesta. Un portavoce dell’organizzazione ha dichiarato:

«Bono sostiene di avere a cuore lo sviluppo dei paesi più poveri, ma gli U2 indulgono avidamente nell’evasione fiscale che sta azzoppando le nazioni povere di questo mondo»

Secondo alcune indiscrezioni, sono già stati preparate delle enormi mazzette di soldi finti gonfiabili che durante il concerto verranno spostate dalla parte di arena dove campeggerà un tricolore irlandese al lato opposto, dove sventolerà la bandiera olandese.

I Video di Blogo

Alessandro Cattelan, Ce la faremo