Chris Brown: “Should’ve Kissed You” (video ufficiale)

Da dove cominciare? Come trovare le parole giuste spinti da una delusione accecante? Dopo gli ottimi esperimenti della parte iniziale della “F.A.M.E.” era, contando anche i featuring di buon livello ed i singoli estratti dal mixtape, viene difficile esprimersi sul nuovo prodotto di Chris Brown. Stiamo parlando di “Should’ve Kissed You”, canzone di cui qui

Da dove cominciare? Come trovare le parole giuste spinti da una delusione accecante? Dopo gli ottimi esperimenti della parte iniziale della “F.A.M.E.” era, contando anche i featuring di buon livello ed i singoli estratti dal mixtape, viene difficile esprimersi sul nuovo prodotto di Chris Brown. Stiamo parlando di “Should’ve Kissed You”, canzone di cui qui in alto vi mostriamo il video.

Lasciando passare il pezzo che in effetti è anche ben strutturato (non rappresenta comunque un capolavoro), la delusione di cui prima si parlava sopraggiunge incontrastata se ci v0lgiamo al video. Il termine “tamarro” (più volte da noi utilizzato) in questo caso si addice a perfezione: non c’è concept interessante, il solito mare coi raggi del sole che lo illuminano, delle capriole insignificanti sul bagnasciuga, il festino scontato tipico delle spiagge di Miami e, ciliegina sulla torta, un modo di presentarsi al grande pubblico osceno costituito da capelli biondi ossigenati (già li conoscevamo) che farebbero invidia al vecchio Eminem, da un fisico che rasenta il ridicolo (se vuoi imitare 50 Cent almeno assicurati di fare un pò di palestra provvedendo anche ad utilizzare un busto per correggere la gobba) e, top del top, da alcuni bermuda abbassati che lasciano vedere tutti i glutei muniti di mutandone (alcuni litorali italiani erano pieni, qualche tempo fa, di questi personaggi). Ed io che pensavo che Chris potesse portare in alto il nome dell’eleganza, soprattuto dopo l’ultimo video.