Che fine ha fatto Britney Spears?

Britney Spears: dal 1999 ad oggi, che fine ha fatto la diva?


Iniziamo col dire che Britney Spears è una delle artiste di maggiore successo degli ultimi 10 anni. Qualcuno di voi sobbalzerà dalla sedia, forse anche imprecando. Però, commercialmente parlando ha inanellato una serie notevole di successi, vendite e numeri 1 da far invidia a molte sue colleghe. Ha passato momenti up e momenti down. Quello più evidente è stato nel periodo di maggiore crisi, intorno all’era dell’album “Blackout“. C’era chi la dava per finita e spacciata già ai quei tempi, ma, come un’araba fenice, si è rialzata ed è rinata dalle sue ceneri. Ma non è stato più come prima.

Con “Baby one more” è esploso il fenomeno della piccola lolita del pop. Sguardo innocente, poi trasformatosi in seducente, provocante e mangia uomini. Insieme al passare degli anni, la sua identità è cambiata insieme al suo modo di fare musica e di porsi artisticamente. Smessi gli abiti castigati del primo album, ha smesso di giocare con la palla sulla spiaggia (vedi Sometime) e si è infilata una tuta di lattice rosso, chiedendo scusa (Oops) per aver fatto illudere molti uomini. E’ diventata schiava (ma della musica, eh!), poi ha anche limonato allegramente con Madonna e cantato una canzone insieme a lei.

Ciò che molte cantanti sognano di poter raggiungere nella loro carriera, Britney l’ha fatto in meno di quindici anni. Poi c’è stato il periodo di grande crisi che ha portato la Spears sulla copertina di tutte le riviste solo per la sua vita privata. Divorzio, accuse, scandali e gossip. L’esaurimento era evidente e la bomba è esplosa. Uscito Blackout (il mio preferito, tra i suoi ultimi lavori) ha dato vita ad una performance imbarazzante, davanti al pubblico e ai colleghi , increduli di trovarsi di fronte a quella da sempre considerata la principessa del pop. In molti speravano di poter dimenticare al più presto quell’esibizione e di ritrovarsi di fronte la vecchia (e vera) Britney Spears che ‘conoscevano’. Senza sapere che, da lì fino almeno a maggio 2011 (?), non l’avrebbero mai più rivista.

Britney Spears ha ripreso il controllo della propria vita, ha fatto uscire Circus e poi quest’ultimo Femme Fatale. Ma il giocattolo sembra essersi rotto. O più che altro, sembra essere stanco, con le pile che lampeggiano. Non è solo questione di vendite. Quest’ultimo cd, solo in America, ha venduto circa 276.000 nella sua prima settimana, raggiungendo il primo posto con il minor numero di copie dei suoi album dai tempi di “Baby One More” time (120.000 copie). Poi è sceso drammaticamente e solo ultimamente sembra risalire. Ma non è esclusivamente per il diverso numero di cd acquistati. E’ anche lei stessa che sembra crederci sempre meno.

Molti di voi, tra i vari commenti, hanno sottolineato come la Spears sembra svogliata. Poca (o nulla promozione), playback feroce e perenne e apparizioni in qualche tv show da potersi contare sulle dita di una mano. Il tour deve ancora partire ma è già nata una polemica per i prezzi alti. Il pubblico sbuffa, i suoi fan che l’hanno sempre appoggiata sembrano essere sul punto di chiedere, giustamente, una contropartita. Perchè continuare a supportare, seguire, difendere la propria beniamina, quando questa probabilmente è davanti alla tv a guardarsi un dvd con i figli, mentre si gusta un frappuccino, sbattendosene altamente delle vendite? Perchè, se ci si chiama Britney Spears, lo si può anche fare e pensare.

Ma se un’artista fa flop o non ottiene più lo stesso clamore con i singoli che pubblica, generalmente lo si ritrova ovunque, quasi persino nelle televendite. Per dimostrare che c’è, che non è una meteora, che cerca ancora la benedizione del proprio pubblico o almeno se lo arruffiana per bene. Per riprendere il successo che le apparteneva, per dimostrare che è tornata alla grande. Per poter dire “Cazzo, io sono Britney Spears, e sono un nome conosciuto da 10 anni”. Per ringraziare i fan fedeli e farsene di nuovi. Per rimettere “al proprio posto” nuove leve della musica internazionale, pronte a soffiarle lo scettro. E invece non fa nulla di tutto questo.

Pochissima promozione (quasi nulla) nella prima settimana e poi tutto lasciato al fato. Qualche Twitter e foto mentre sorride insieme ai figli e al suo nuovo compagno. Le prove per il tour, due video nuovi con canzoni francamento non sensazionali e… stop. Adesso lei è così. Il palco, le interviste o le apparizioni in tv non sembrano essere più nei suoi progetti. Ma i fan iniziano a stancarsi, a dare i primi segni di resa, chiedendo a gran voce una sua interazione ulteriore a quella dei clip e del tour.

Rischiano di stancarsi totalmente di seguire la Spears 2011, ormai sempre più fotocopia sbiadita dell’originale, pantofolaia e che ha già avuto tanto successo negli anni passati. Quindi, perchè sbattersi ancora?

I Video di Blogo