Pete Doherty si dichiara colpevole di possesso di cocaina, potrebbe tornare in carcere


Pete Doherty rischia seriamente di finire di nuovo in carcere dopo essersi dichiarato colpevole di possesso di cocaina. L'inchiesta, ancora in corso, riguarda l'incidente che ha visto morire di overdose la giovane ereditaria londinese Robyn Whitehead.

Secondo la polizia sarebbe stato proprio il cantante dei The Libertines a fornire alla ragazza ventisettenne la droga che il 24 gennaio 2010 l’avrebbe poi mandata in overdose causando l’arresto cardiaco e la conseguente morte. Doherty e i suoi amici, uno dei quali (Peter Wolfe) è anche proprietario dell’appartamento dove è stata trovata morta l’ereditiera, erano abituali frequentatori del luogo. Alcune riprese mostrano addirittura lo stesso Doherty mentre assumeva eronia e crack all’interno della casa.

Inizialmente Doherty si era dichiarato innocente, ma ha poi cambiato le carte in tavola confessando il reato. La sentenza che verrà emessa il prossimo 20 maggio potrebbe farlo andare in carcere per un lungo periodo. Il giudice James Radford, che si occupa del caso, si è rivolto al legale di Doherty con queste parole:

«Quando qualcuno commette costantemente lo stesso reato, la legge deve essere fatta rispettare in modo molto chiaro. Il vostro cliente sa che potrebbe dover scontare una pena?»

via | NME

  • shares
  • Mail