Britney Spears & Lady Gaga: e le chiamano regine del pop?

Dovevamo prima o poi affrontare la questione: Britney Spears & Lady Gaga sono davvero le regine del pop contemporaneo? Parliamone. La prima, da tre album a questa parte, riesce a portare sulla piazza prodotti scarni, in cui copia se stessa o altre tra di turno, cadendo nell’incapacità di promuovere roba nuova, innovativa ed originale, caratteristiche

Dovevamo prima o poi affrontare la questione: Britney Spears & Lady Gaga sono davvero le regine del pop contemporaneo? Parliamone.

La prima, da tre album a questa parte, riesce a portare sulla piazza prodotti scarni, in cui copia se stessa o altre tra di turno, cadendo nell’incapacità di promuovere roba nuova, innovativa ed originale, caratteristiche che una regina del pop, lo stile del cambiamento, che anticipa le mode e che risulta essere, una volta presentato, evergreen, dovrebbe avere. Eppure se ne continua a parlare tantissimo: colpa del capello rasato, della vita sentimentale altalenante, dei vecchi successi (quelli si che erano degni di nota) che la fanno campare di rendita…non si sa a chi o cosa va attribuita la causa. Sta di fatto che nonostante la musica lasci a desiderare, Britney si trova ancora sulla cresta dell’onda ed “Hold It Against Me”, ne è, ingiustamente, la prova.

Passiamo a Germanotta. E’ fuori dubbio che di nuovo non ha portato nulla nel campo musicale: le canzoni calcano un beat già usato da moltissimi altri, i testi sono banalotti (ma questo, nel campo del pop, non è sempre un problema) ed a livello vocale, così come la sua collega di articolo, non risulta essere questo mostro di bravura. Eppure la sua immagine stramba, buffa, sui generis, bizzarra e falsissima (come sappiamo Miss Gaga prima di diventare quello che è andava in giro vestita normalmente) è così potente tanto da far passare tutto in secondo piano. Ma dalla sua parte ha anche un altro asso nella manica: il live. Chi ha visto le sue esibizioni sa che Lady Gaga è “l’animale da palcoscenico” per eccellenza: suona (benissimo), canta e balla contemporaneamente, recita, inventa e chi più ne ha più ne metta. E non dimentichiamoci che scrive le sue canzoni, il che fa aumentare i suoi punti. Ma alla fine ritorniamo sempre li: la sua musica (che è la cosa più importante) non propone nulla di nuovo e non è un caso se “Born This Way” è stata accusata di essere la copia spudorata di “Express Yourself” di quella che è stata una vera regina del pop, la nostra cara e vecchia Madonna. Queste caratteristiche allora inficiano il suo personaggio e le impediscono, così come per Britney, di essere considerata la “Queen Of Pop”, almeno secondo le considerazioni del sottoscritto.

Insomma: Britney e Gaga vengono considerate le regine del pop solo perchè sono quelle che vendono di più. E perchè vendono di più? Chiamatelo “fattore c” (senza dimenticare le ottime campagne pubblicitarie), quello che un’altra candidata allo stesso titolo, Christina Aguilera, non ha avuto visto che per le stesse accuse di “copia” (nemmeno di plagio), ha dovuto pagare un prezzo molto caro.

Adesso si aspettano i nuovi lavori discografici di queste artiste per giudicare a tutto tondo, ancora una volta, il loro posto nel mondo della musica. Per il momento, a primi singoli pubblicati, queste è quanto. E non lasciatevi ingannare dal primo posto nelle classifiche: è solo effimero, e già ci sono i primi riscontri di tale circostanza.

I Video di Blogo

Emis Killa: “Tijuana il mio singolo estivo, ora il tour ma sto già lavorando ad altri progetti”