Sound of 2011: la BBC scommette su Jessie J

Se è vero (com’è vero!) che la cricca di esperti chiamati ad esprimersi per conto della BBC non sbaglia praticamente mai…tirate fuori gli occhiali protettivi, cari lettori, e volgete lo sguardo verso l’alto. Una nuova stella sta cominciando a risplendere nel firmamento della musica pop britannica, vorrete mica perdervi lo spettacolo?! Come accade fin dal

di piero

Se è vero (com’è vero!) che la cricca di esperti chiamati ad esprimersi per conto della BBC non sbaglia praticamente mai…tirate fuori gli occhiali protettivi, cari lettori, e volgete lo sguardo verso l’alto. Una nuova stella sta cominciando a risplendere nel firmamento della musica pop britannica, vorrete mica perdervi lo spettacolo?!

Come accade fin dal 2003, anche quest’anno la compagnia radio-televisiva d’oltremanica ha rivelato il nome dell’artista vincitore del blasonato contest Sound Of. I 160 componenti della commissione hanno giudicato una lista di nomi emergenti, di ogni genere musicale e nazionalità, e infine indicato chi -secondo loro- sfonderà nel 2011 in musica.

L’eletta è una pazzerella originaria dei sobborghi di Londra, che ancora deve compiere 23 anni e si è data il nome d’arte Jessie J. Tenetelo bene a mente, segnatelo. Perchè è solo questione di tempo prima che invada classifiche ed albi d’oro. Si dice un gran bene di lei: scrive pezzi di suo pugno, ha eccentricità da vendere e può vantare già collaborazioni altisonanti e fans d’eccezione.

Se scrivo ‘pazzerella’ ed ‘eccentricità’ chi vi viene in mente? Esatto, quella italo-americana lì…Jessie J viene indicata da più parti come una versione inglese di Lady GaGa. Per look, per piglio, per sfrontatezza. Le foto a corredo del post e i video che seguiranno sono indicativi in tal senso. (Rimanendo nei confini del Regno, pure Lily Allen è tra le figure a cui la accostano).

Jessie (che all’anagrafe si chiama Jessica Ellen Cornish) è nell’ambiente fin da adolescente, a 17 ha tentato la carta -redditizia in Patria- della girlband che però non ha funzionato per problemi finanziari dell’etichetta dell’epoca. La label in pratica fallì prima di lanciarle.

Senza troppi drammi JJ ha proseguito la gavetta e si è guadagnata un contratto come autrice. E’ arrivata molto in alto, pensate che ha contribuito a scrivere materiale per Chris Brown, per Justin Timberlake, per Alicia Keys. Forse esagerando Justin l’ha addirittura bollata come “la miglior cantante al mondo in questo momento”.

Per la cronaca è co-autrice di Party in the USA, il pezzo che Miley Cyrus ha portato ai vertici nelle classifiche di mezzo globo. Il singolo di lancio per la carriera solista Do it Like a Dude è stato scritto tenendo a mente Rihanna, pensate.

Voleva farlo cantare alla diva delle Barbados ma poi ha deciso che era ‘troppo buono’ e l’ha tenuto per sé. Ecco il video ufficiale della traccia, entrata nella Top-20 della classifica UK.

Per l’anno appena cominciato ha in mente di lanciare il secondo singolo Price Tag, di cui a seguire proponiamo una live performance nello show televisivo di Jools Holland, e poi un intero album sotto ala protettiva della Universal. Per concludere il promettentissimo quadro, vi anticipiamo che ha già vinto il Critics Choice Award per i Brit Awards 2011. Mica noccioline…

Immagini via | JJ official site

Ultime notizie su Novità discografiche

Tutto su Novità discografiche →