• Rock

I Rolling Stones quando non erano (ancora) i Rolling Stones

Quando i Rolling Stones arrivarono negli Stati Uniti nel 1964 erano pressoché sconosciuti. Avevano pubblicato solo un singolo: sul lato A “Not Fade Away”, una cover di Buddy Holly, mentre il lato B era “I Wanna Be Your Man” un regalo degli amici Lennon e McCartney che arrivarono oltreoceano insieme a loro. Riuscite a immaginare


Quando i Rolling Stones arrivarono negli Stati Uniti nel 1964 erano pressoché sconosciuti. Avevano pubblicato solo un singolo: sul lato A “Not Fade Away”, una cover di Buddy Holly, mentre il lato B era “I Wanna Be Your Man” un regalo degli amici Lennon e McCartney che arrivarono oltreoceano insieme a loro.

Riuscite a immaginare i Rolling Stones che non riempiono gli stadi? A vederli come quattro ragazzini inglesi in cerca di successo negli USA, taglio di capelli beat e nessuna idea di quello che gli sarebbe capitato da lì a pochissimo: la fama mondiale, la rivalità in classifica con i Beatles, gli eccessi e le vendite stratosferiche?

Grazie alla presenza del tour manager Bob Bonis, esistono 2700 fotografie che li ritraggono durante quella serie di concerti. Momenti di relax in albergo, prove prima dei live, registrazioni in studio: scatti finora inediti che testimoniano due anni in cui i Rolling Stones diventarono quelli che siamo abituati a conoscere. Il libro si intitola: “The Lost Rolling Stones Photographs: The Bob Bonis Archive, 1964-1966”, è disponibile su Amazon e potete ammirare una preview degli splendidi scatti a questo indirizzo.