Hate, trovato morto il bassista Slawomir ‘Mortifer’ Archangielskij

Lutto per la band death metal polacca, che annulla il tour in corso.

Giorno luttuoso per il Death Metal polacco: il bassista degli Hate (alfieri della scena da vent’anni, con una manciata di dischi che hanno fatto la storia del genere, in patria e all’estero) è stato trovato morto questa mattina, come annunciato sulla loro pagina Facebook. Ecco la traduzione in italiano del comunicato.

Slawomir ‘Mortifer’ Archangielskij è morto
Nella notte fra il 5 e il 6 Aprile, vicino alla città tedesca di Munchberg, il nostro amico, grande compagno e bassista di lungo corso è deceduto improvvisamente. Dopo lo show a Stoccarda ieri notte, è andato a dormire, e non si è più svegliato. L’abbiamo trovato privo di vita la mattina, e abbiamo chiamato subito un’ambulanza. Hanno provato a rianimarlo, ma senza successo. I risultati dell’autopsia saranno resi noti presto. In questa situazione, abbiamo deciso di annullare il tour e tornare a casa. Abbiamo già dato le nostre testimonianza alla polizia tedesca. Siamo sotto shock e distrutti per questa morte improvvisa. Piangiamo insieme alla famiglia di Slawek e ai suoi amici.

Posso immaginare il dolore della band: avevo intervistato in Gennaio il cantante ATF Sinner, per la rivista Metal Hammer e in occasione dell’uscita del nuovo disco della band, Solarflesh. Ecco le parole con cui descriveva la lineup degli Hate, finalmente stabile dopo tanti anni di travagli.
“Sono contento del fatto che da ormai sette anni la lineup sia stabile: come dicevo prima, per me è una sorta di famiglia, ormai. In linea generale, è difficile trovare persone che siano assolutamente devote a quel che fanno. Bisogna essere consapevoli della responsabilità e della missione che comporta suonare in una band come gli Hate. Ho cercato per anni musicisti fanatici quanto me, e adesso posso dire di essere soddisfatto da quel che ho trovato.”

RIP, Mortifer.

Foto | Sito Ufficiale

I Video di Soundsblog