• Pop

I successi del Diritto d’Autore: Lily Allen, Sting ed Elton John premiati ai BMI

Per una volta proviamo a sottolineare i risultati di una sorta di classifica ottenuta non tanto in base alle vendite o ai gusti dei lettori, ma realizzata facendo un’analisi abbastanza approfondita di uno dei dati più controversi dell’industria musicale. La BMI (acronimo di “Broadcast Music Inc.”) è l’ente statunitense che si occupa di proteggere ed


Per una volta proviamo a sottolineare i risultati di una sorta di classifica ottenuta non tanto in base alle vendite o ai gusti dei lettori, ma realizzata facendo un’analisi abbastanza approfondita di uno dei dati più controversi dell’industria musicale. La BMI (acronimo di “Broadcast Music Inc.”) è l’ente statunitense che si occupa di proteggere ed esercitare i diritti d’autore.

Un po’ come la nostra SIAE, raccoglie anche i pagamenti delle licenze degli artisti associati e li ridistribuisce. In questo caso si è occupata però dei suoi soci britannici e del loro successo negli States. All’interno del prestigioso albergo “Dorchester” di Londra, la BMI ha premiato con una serie di riconoscimenti tutti quei nomi che hanno fatto la differenze in termini di ‘diritto d’autore’.

Il titolo di “BMI Icon”, dopo essere stato conferito a personaggi come Bryan Ferry e Van Morrison, è andato quest’anno al compositore di testi Don Black (qui trovate i lavori della sua torrenziale carriera). Un altro BMI London Award è toccato – in qualità di autrice – a Lily Allen per “The fear”, molto trasmesso dalle radio USA.

Un riconoscimento è andato a Sting per “Every breath you take” dei suoi Police, che è stata passata sulle emittenti radiofoniche americane ben 10 milioni di volte. Premio doppio invece – da dividere comunque in due – per Elton John e il suo partner artistico di sempre Bernie Taupin. “Crocodile rock” è stata infatti trasmessa in radio 6 milioni di volte mentre “Your song” ben 8 milioni di volte. Una volta tanto, il grigio mondo burocratico del music business ha dato delle risposte interessanti. L’elenco completo a questo indirizzo.

I Video di Soundsblog