Beliebers vs Killers: La guerra dei cloni impazza su Twitter

Le Beliebers creano centinaia di account falsi del loro idolo. Le Killers (e non solo) seguono a ruota provocando il loro sdegno.

di grazias

Di Justin Bieber ce n’è uno e come lui non c’è nessuno. Purtroppo (per le sue fan) e per fortuna (per il resto del mondo) è proprio così ma oggi questo assioma è stato scardinato da Twitter complice la comparsa del trending topic #JustinFollowAllJustins. Cosa sta succedendo? Le Beliebers hanno deciso di creare valanghe di account fake del loro idolo per organizzare una sorta di scherzo allo stesso Justin (e magari anche alle sue fan più sprovvedute).

Le fanciulle che credono in un solo Bieber si stanno proprio divertendo a cercare di “far venire una crisi esistenziale” alla loro popstar del cuore creando tantissimi profili falsi a nome del cantante nella speranza che lui se ne accorga e conceda loro la grazia di seguirle. In alternativa molte si dicono felici e zampettanti anche solo all’idea di vedere tra le proprie interazioni Twitter un retweet di Justin (fasullo, naturalmente) o una sua menzione (rigorosamente in italiano).

Ho delle difficoltà a capire il senso di tutto questo ma quello che è certo è che l’idea sembra essere piaciuta molto anche ad altri stuoli di fan che hanno deciso di organizzare lo stesso scherzetto al proprio beniamino. Le prime ad adottare il medesimo stratagemma social sono stata le Killers (alias le seguaci di Emis Killa) che sono riuscite a far comparire il nome del loro idolatrato tra i trending topic scatenando le ire delle Beliebers, orgogliose di aver partorito per prime l’idea. Non mancano scambi di amenità al vetriolo, naturalmente:

In effetti mentre le Killers sembrano un attimino spaesate dalla novità e si limitano a bearsi del fatto di avere la home invasa da tantissimi Emis Killa o di aver ottenuto una “sua” menzione, le Beliebers se la prendono direttamente con il rapper (del tutto all’oscuro della faccenda) ricoprendolo di tweet denigratori come questo (che, già che c’è, risponde ad una vecchia provocazione di Killa):

Ciò è meraviglioso ma anche inquietante soprattutto considerato che il fenomeno dei cloni sembra non limitarsi ai beniamini di Beliebers e Killers. Twittare per credere:

Baby, please…

[Foto: Getty Images]

I Video di Soundsblog