Bob Marley: registrazioni originali ed effetti personali distrutti in un incendio

Il geniale artista giamaicano in soli 36 anni di esistenza ha lasciato un segno indelelebile nella storia della musica. Il volto scavato, la folta chioma rasta, i testi inconfondibili, l’unicità della sua musica spirituale, la filosofia, ci hanno accompagnato fino alla tragica morte avvenuta nel 1981. E’ quindi triste sapere che una serie di registrazioni

Il geniale artista giamaicano in soli 36 anni di esistenza ha lasciato un segno indelelebile nella storia della musica. Il volto scavato, la folta chioma rasta, i testi inconfondibili, l’unicità della sua musica spirituale, la filosofia, ci hanno accompagnato fino alla tragica morte avvenuta nel 1981. E’ quindi triste sapere che una serie di registrazioni originali ed effetti personali della leggenda del reggae Bob Marley siano stati distrutti in un incendio ad Aburi, in Ghana.

Le registrazioni erano raccolte e conservate presso lo studio a energia solare organizzato dalla moglie di Marley, Rita, che negli ultimi anni ha vissuto in Africa. I lavori allo studio, Studio One, erano stati ultimati già nei primi mesi del 2009, ma il lancio è stato ritardato perché Rita Marley era fuori dal paese. Sarebbe stato aperto al pubblico ufficialmente a giugno 2010 ma non é stato possibile per il guasto elettrico che ha provocato l’incendio, proprio un mese prima dell’apertura. Rita Marley insiste che vuole ricostruire il complesso, e segnala, purtroppo, che gli oggetti andati perduti sono una serie di riprese delle sue ultime esibizioni live.

Per allieviare la nostalgia (mi)vi regalo, dopo il salto, uno dei video e dei brani più incantevoli…”One Love”. Alla canzone scritta nel 1977 fu dedicato questo video postumo del 1984 con materiale d’archivio di Marley, e i cameo di alcuni artisti.

Via | ContactMusic