The Voice of Italy, Piero Pelù attacca Morgan: “Non mi sembra che abbia fatto una bella figura in tv”

Piero Pelù si scaglia contro Morgan criticando aspramente il suo operato come giudice di X Factor:

Cresce ancora The Voice of Italy: il terzo appuntamento con le Blind Audition, che ha registrato un ascolto medio di 3.852.000 spettatori ed il 15,58% di share, conferma la perfetta sinergia tra i quattro coach. Al settimanale Nuovo, Piero Pelù respinge ogni paragone con il suo alter ego di X Factor, Morgan ritenendolo quasi inadatto a ricoprire quel delicatissimo ruolo:

Basta guardare il programma per capire che c’è un abisso di distanza fra noi! A me poi non risulta che Morgan abbia fatto una gran bella figura in televisione. O che abbia trovato una sua dimensione credibile sul piccolo schermo. I paragoni non mi piacciono. lo sono me stesso, sempre.

In qualità di allenatore, il leader dei Litfiha ha degli obiettivi molto chiari (oltre a vincere il programma) per far emergere il talento dei componenti della propria squadra:

The Voice non è né un reality né un talent. È un live show. E io non sono un giudice, ma solo un coach. È importante sottolineare questi due aspetti perché sono le ragioni per le quali ho accettato di partecipare a questo programma, che non ha niente in comune con i talent show cui siamo abituati. Non devo giudicare nessuno ma semplicemente scegliermi una squadra e, con questa, arrivare il più lontano possibile. Il mio impegno è soprattutto aiutare i ragazzi a crescere come artisti e come persone. La voce è l’espressione dell’anima. Imparare a conoscere la propria voce, significa conoscere meglio se stessi. Per me si tratta di un percorso artistico e umano molto importante.

E se avesse tutte le carte in regola per aggiudicarsi l’agguerrita competizione?