• Rock

Le cover che non ti aspetti: i Devo rifanno i Rolling Stones

Questo è un periodo particolarmente propizio per parlare dei Devo visto che quest’anno dopo secoli sono tornati sulle scene con un nuovo e inatteso disco: Something for everybody, intitolato come un vecchio album di Elvis Presley, a conferma della vena sarcastica e dissacratoria che ha sempre attraversato la loro carriera fin dagli inizi, cioé da

di cesare

Questo è un periodo particolarmente propizio per parlare dei Devo visto che quest’anno dopo secoli sono tornati sulle scene con un nuovo e inatteso disco: Something for everybody, intitolato come un vecchio album di Elvis Presley, a conferma della vena sarcastica e dissacratoria che ha sempre attraversato la loro carriera fin dagli inizi, cioé da quando scelsero di chiamarsi Devo in omaggio a una loro bizzarra teoria: quella della “de-evoluzione”. Secondo questa teoria il mondo e il tempo stavano tornando indietro, anzi, andavano letteralmente al contrario.

E fu proprio in virtù di questo strano convincimento che nel 1978 i Devo poterono sostenere che un gruppetto qualunque, “tali” Rolling Stones, avevano copiato – tredici anni prima – una loro canzone. La canzone si intitolava Satisfaction.

Ovviamente scherzavano, tuttavia all’interno dell’empireo delle migliori cover di tutti i tempi: la loro versione della super-hit dei Rolling Stones occupa un ruolo di tutto rispetto, come si accorse anche Martin Scorsese che la volle includere nella colonna sonora del suo Casinò. Come sempre trovate la cover qui sopra e l’originale dopo il salto. Ora sta a voi decidere quale delle due preferite: se il sacro o il “profano”.

I Video di Soundsblog