Lady GaGa in copertina su Rolling Stone USA: “Il nuovo album è pronto e so già come annunciarlo…”

In che modo va annunciato, al giorno d’oggi, il titolo di un nuovo album? Beh dipende, dall’artista interessato e dal grado di stupore che si vuole suscitare. C’è chi lo fa col classico comunicato stampa dell’etichetta, chi pubblica una lettera o un video-messaggio sul proprio sito ufficiale, chi lo ‘cinguetta’ su Twitter.Una come Lady GaGa,

di piero

In che modo va annunciato, al giorno d’oggi, il titolo di un nuovo album? Beh dipende, dall’artista interessato e dal grado di stupore che si vuole suscitare. C’è chi lo fa col classico comunicato stampa dell’etichetta, chi pubblica una lettera o un video-messaggio sul proprio sito ufficiale, chi lo ‘cinguetta’ su Twitter.

Una come Lady GaGa, secondo voi, ha intenzione di fare così? OVVIAMENTE NO, lei è al di sopra di queste ‘inflazionate banalità’, lei vuole farlo alla sua maniera. E ha già partorito un’ideuzza niente male, peccato solo che l’abbia bruciata rivelandola a quelli di Rolling Stone USA che l’hanno messa in copertina nel numero di luglio:

“Ho intenzione di tatuarmi il titolo sul corpo, poi scattare una foto e mostrarla ai miei Little Monsters (i fans). Tutto ciò magari la notte di capodanno.”

Detto da una come lei, suona quasi deludente. Ci si aspettava che lo scrivesse -che so- su una t-shirt col sangue delle rivali nel business che ha stracciato in classifica negli ultimi 2 anni. O facendosi costruire un cartellone pubblicitario a mò di cappello e andarci in giro. Ma da qui al 31 dicembre di tempo ce n’è, magari penserà a qualcosa di meglio…

GaGa in posa per Terry Richardson
GaGa in posa per Terry Richardson
GaGa in posa per Terry Richardson

Titoli a parte, nell’intervista a RS Gaga è tornata a parlare dell’ispirazione continua che la pervade e dei tempi stretti con cui riesce a produrre nuovo materiale:

“Il disco è in fase molto avanzata, ci sto lavorando da mesi mentre sono in giro per concerti. Sarà più ‘arrabbiato’ del precedente (conterrà riferimenti all’attualità e alla politica). C’è gente che ci mette anni a finirne uno, io no. Io scrivo ogni giorno musica. Sto anche già occupandomi di come sarà il palco del prossimo tour!”.

Cliccate qui per leggere (in inglese) tutte le anticipazioni della chiacchierata di Miss Germanotta al magazine, che sarà in edicola da domani in America. Vi anticipo che si parla di incubi e fantasmi, di malattie vere o presunte, di storie d’amore tormentate. Chissà che più avanti la nostra filiale non la riproponga a noi altri.

E date un’occhiata agli scatti per la copertina in più abbondanti dimensioni cliccando sulle apposite miniature, sono opera di Terry Richardson. Domandone: quanto photoshop sarà servito per quelle chiappe così sode e tonde?!? Vai a sapere…