RinseFM la radio pirata diventa “legale”

Quando si parla di radio pirata vengono alla mente i film che narrano le avventure delle navi che nella seconda metà degli anni ’60 trasmettevano dal mare intorno alla Gran Bretagna. Ma ci sono esempi anche molto più temporalmente vicini a noi.Uno dei più importanti è quello di Rinse FM, stazione pirata londinese che più


Quando si parla di radio pirata vengono alla mente i film che narrano le avventure delle navi che nella seconda metà degli anni ’60 trasmettevano dal mare intorno alla Gran Bretagna. Ma ci sono esempi anche molto più temporalmente vicini a noi.

Uno dei più importanti è quello di Rinse FM, stazione pirata londinese che più di altre stazioni radio provenienti dall’Inghilterra ha contribuito all’affermazione mondiale di generi come Grime e Dubstep e alla ribalta di artisti come Skream, Dizzee Rascal e Kode9.

Ora dopo più di 15 di broadcasting clandestino e pirata, con diversi problemi anche con la legge inglese, e qualche anno di trasmissione via web Rinse FM è finalmente diventata una radio comunitaria ufficiale ricevendo la licenza dall’Ofcom ovvero l’autorità per le comunicazione in UK.

Poco cambia per noi italiani che saremmo comunque costretti ad ascoltare Rinse FM via web o podcast ma mostra una situazione dove la radiofonia è attiva e pronta a rinnovarsi e a migliorarsi continuamente. E in Italia…?