Stereophonics, Graffiti on The Train: recensione, tracklist e curiosità

E’ uscito lo scorso 4 marzo 2013, Graffiti on the train, il nuovo album degli Stereophonics, a ben quattro anni di distanza dal precedente lavoro, Keep Calm and Carry On.

Qui sotto potete leggere la tracklist del disco e dopo il salto le recensioni e qualche curiosità (con una canzone che originariamente era prevista per Amy Winehouse…)

    1. “We Share the Same Sun”
    2. “Graffiti on the Train”
    3. “Indian Summer”
    4. “Take Me”
    5. “Catacomb”
    6. “Roll the Dice”
    7. “Violins and Tambourines”
    8. “Been Caught Cheating”
    9. “In a Moment”
    10. “No-one’s Perfect”

Curiosità

  • E’ l’ottavo album in studio della band
  • La cover è dell’artista Stephen Goddard
  • E’ l’ultimo disco dove è presente il batterista Javier Weyler, ufficialmente sostituito da Jamie Morrison (ex-Noisettes) lo scorso 24 novembre 2012
  • La promozione dell’album è iniziata con il video di “Violins And Tambourines” diretto da Kelly Jones. Lui stesso ha diretto due singoli, “In A Moment” e “Indian Summer”
  • Indian Summer ha raggunto la 41esima posizione della classifica inglese, il successo maggiore del gruppo negli ultimi sei anni, dai tempi di “My friends”
  • “Been Caught Cheating” era destinata ad Amy Winehouse

    Pochi giorni fa, in un’intervista al Daily Star, il leader Kelly Jones ha raccontato un dettaglio della canzone “Been Caught Cheating” presente nel disco. Il pezzo è stato scritto nel 2011, con la speranza che Amy Winehouse potesse inciderla. Si sono incontrati per causa ad una festa e la star, scomparsa il 23 luglio 2011, sembrava interessata al progetto di questo brano. Poi, il destino intervenne spietatamente.

    Recensioni

    New Musical Express (NME): lo scoppiettante Tom Petty di “Indian Summer” è potente ma c’è poco altro di entusiasmante

    musicOMH.com: Un’occasione persa, dunque, ma anche forse l’inizio di una rinascita creativa

    The Guardian: Il suono della band è cambiata, anche – è meno trionfale e più cinematografico

    Mojo: Graffiti on The Train può essere un nuovo inizio ma è due passi avanti e uno indietro

    BBC Music: è chiaramente l’opera di un uomo e un abito fatto di rock’n’roll, la situazione sta migliorando per la fase successiva. Questo è un inizio abbastanza solido

    Drowned In Sound: la canzone d’autore è sensazionale in tutto. E la voce di Jones è perfetta più che mai