Lady Gaga contro i colleghi poco prolifici

Lady Gaga ha attaccato violentemente tutti i suoi colleghi che, a suo modo di vedere, sono poco prolifici musicalmente:«Si sa, no, quanto si può guadagnare dall’andare in tour. Gli artisti di nome si possono anche beccare 40 milioni di dollari per un ciclo di due anni di tour. Gli artisti con grandissimo nome arrivano fino

di david


Lady Gaga ha attaccato violentemente tutti i suoi colleghi che, a suo modo di vedere, sono poco prolifici musicalmente:

«Si sa, no, quanto si può guadagnare dall’andare in tour. Gli artisti di nome si possono anche beccare 40 milioni di dollari per un ciclo di due anni di tour. Gli artisti con grandissimo nome arrivano fino a 100 milioni. Bisogna fare musica e subito dopo andare in tour: oggi funziona così. Detesto i grossi nomi che fanno un disco ogni tanto, buttandolo lì come se dicessero: ‘Compratelo’. Ma vaffancu*o. Bisogna andare in tour e portare il disco in tour ai fan che hai in India, in Giappone, in Gran Bretagna. Non credo all’industria discografica di oggi, credo a com’era l’industria discografica nel 1982. Non capisco i gruppi che dicono che andranno in tour per un anno e poi registreranno l’anno successivo. Cioé, io riesco a fare musica tutti i giorni!»

Forse la simpatica Lady Gaga, che “riesce a fare musica tutti i giorni” ignora che per moltissimi suoi colleghi artisti che fanno musica sul serio c’è invece un’importantissima discriminante chiamata “ispirazione” che non può essere comandata a piacere.

via | Rockol