A.A.A. Cercasi Lotus di Christina Aguilera

Doveva essere la resurrezione di Christina Aguilera, dopo il flop di Bionic, ma se possibile, Lotus ha fatto ancora peggio. Una gestione a dir poco imbarazzante che ha visto, negli ultimi sette giorni, addirittura la sparizione dell’album dalla Billboard 200.

Debutto in top ten, al settimo posto, poi, lentamente, il crollo alla 17 e poi sempre più in basso della quarantesima posizione. A nulla sono servite le promozioni fatte nei vari show, l’ultimo album di Christina Aguilera più che la resurrezione è apparso come un rischio di funerale artistico. Un album discreto, lontano dal gioiello di Stripped o dalla classe di Back To basics ma anche dall’originalità di Bionic. Quello che, però, è evidente e davvero non giustificabile è la pessima gestione di questo disco.

Un solo vero e proprio singolo estratto, Your Body, che non si è mai distinto nelle classifiche. Il video è piaciuto, sì, ma la canzone non è esplosa raggiungendo le posizioni importanti. Galleggiava malamente nelle charts. Era urgente un nuovo singolo, un video pubblicato al più presto e un nuovo sound. Magari più intimista -come Blank Page- o più country -come Just a Fool con Blake Shelton. E proprio quest’ultimo, finalmente, sembrava essere il secondo brano estratto. L’ha anche eseguito da Ellen DeGeneres. E il video? Niente. Poi, qualche giorno fa, il post sulla sua pagina Facebook ufficiale che i fan hanno “poco digerito”

“Feel This Moment rising up iTunes chart. GO Pitbull !!!”

L’annuncio dell’ascesa del pezzo con il suo featuring (del quale arriverà presto un video. Di questo, però) ha fatto quasi ribellare i fan che, a gran voce, hanno chiesto, invece, di promuovere Lotus. Un coro quasi unanime di persone che non capiscono questo flop annunciato. Perché oltre a qualche banner di invito a comprare “Just a fool”, non c’è traccia di un serio programma di promozione.

Xtina ha lasciato “The Voice” per il tour. E adesso che l’album ha deluso con le vendite? Parte comunque? E quando? Ha eseguito un medley dei nuovo brani, ha cantato “Just a Fool” e anche l’amata “Blank Page”. Risultato? Inutile.

Quello che appare evidente è l’assenza totale di un buon progetto alle spalle di questo disco. Troppo tempo lasciato passare tra il primo singolo e il (mancato) secondo. Nessun video ufficiale. Poche notizie, i rumours che girano sul web sulla possibile fine delle collaborazione con la RCA (la sua casa discografica). Lotus è nato e morto nel giro di poche settimane.

Se Bionic ha comunque fatto discutere -attirando anche polemiche- Lotus invece è stato semplicemente ignorato e dimenticato in breve tempo. Che fare ora? Sembra ormai tardi per puntare ancora su questo progetto. Forse ci vuole qualche mese di silenzio per tornare. Ma seriamente, perché il secondo passo falso è stato decisamente più grave del primo. E se Christina dovesse pubblicare ancora un disco con questa pessima gestione e promozione -facendo sembrare che nemmeno a lei importi più di tanto- i fan potrebbero stancarsi di essere gli unici a crederci e a gridare la propria delusione. Soprattutto quando sono costretti – loro!- a urlare:

“Promote Lotus!!”