Ennio Morricone: “L’Italia non ama la musica”

“L’Italia è un Paese che non ama la musica”: lo sfogo, avuto dall’immenso compositore Ennio Morricone, è stato raccolto dai giornalisti dell’agenzia di stampa ANSA a margine del concorso “Sentieri di Pace” organizzato a Rovereto dalla Fondazione Campana dei caduti, che vede campeggiare sul colle di Miravalle una grande campana in memoria dei caduti della


“L’Italia è un Paese che non ama la musica”: lo sfogo, avuto dall’immenso compositore Ennio Morricone, è stato raccolto dai giornalisti dell’agenzia di stampa ANSA a margine del concorso “Sentieri di Pace” organizzato a Rovereto dalla Fondazione Campana dei caduti, che vede campeggiare sul colle di Miravalle una grande campana in memoria dei caduti della Grande Guerra.

Pur senza spiegare i motivi di una simile, fortissima dichiarazione, possiamo facilmente supporre che tali esternazioni del leggendario maestro (nonchè premio Oscar alla carriera) vadano ricondotte direttamente alla discussa riforma delle Fondazioni Liriche che, lunedì scorso, ha mandato su tutte le furie (tra i tanti) nientemeno che Carla Fracci.