Tom Jones rifà What good am I di Bob Dylan, scarica la canzone

Premessa: sono un “dylaniano” de fero, di quelli che riescono ad amare Bob Dylan anche quando nei live rifà le sue canzoni leggendarie rendendole irriconoscibili. L’ho persino giustifcato quando ha venduto i diritti di Like A Rolling Stones alla pubblicità. Anche quando fa uscire dischi non proprio brillantissimi, insomma toglietemi tutto ma non Dylan quindi

di cesare


Premessa: sono un “dylaniano” de fero, di quelli che riescono ad amare Bob Dylan anche quando nei live rifà le sue canzoni leggendarie rendendole irriconoscibili. L’ho persino giustifcato quando ha venduto i diritti di Like A Rolling Stones alla pubblicità. Anche quando fa uscire dischi non proprio brillantissimi, insomma toglietemi tutto ma non Dylan quindi quando ho sentito che Tom Jones aveva fatto una sua cover ho pensato “Tom Jones, quello di Sex Bomb? Ma che scherziamo?”

Devo ammettere che mi sbagliavo di grosso, la versione di Jones è buona, anzi ottima. La voce di Tom non è mai stata in discussione, anzi e in questa sua cover tocca dei vertici blues degni di Johnny Cash. Niente da dire, mi ha sorpreso. Ora però vi prego non tiriamo fuori la vecchia storia che quando si tratta di Dylan sono sempre meglio le cover degli originali. Voce nasale forever.

La cover che sarà contenuta nel prossimo album della Sex Bomb intitolato “Praise and blame” è in download gratuito e legale su Drowned in sound.

I Video di Soundsblog