Debutta con un disco rap il nipote del boss mafioso John Gotti

Carmine Gotti, nipote del defunto boss mafioso John Gotti, ha registrato un album hip hop che arriverà sugli scaffali dei negozi a fine estate. John Gotti era a capo dei Gambino, la più potente fra le famiglie mafiose di New York. È morto in carcere nel 2002 mentre scontava un ergastolo per omicidio plurimo e

di david

Carmine Gotti, nipote del defunto boss mafioso John Gotti, ha registrato un album hip hop che arriverà sugli scaffali dei negozi a fine estate. John Gotti era a capo dei Gambino, la più potente fra le famiglie mafiose di New York. È morto in carcere nel 2002 mentre scontava un ergastolo per omicidio plurimo e racket.

Carmine (vero nome Carmine Agnello) non è nuovo ai riflettori: dal 2004 al 2005 è stato uno dei protagonisti del reality show “Growing up Gotti”, dove compariva assieme ad altri membri della famiglia (e poi ci lamentiamo dei nostri programmi televisivi). Con questo show, per la cronaca, è stato rafforzato negli U.S.A. lo stereotipo del “Guido”, ragazzo di origini italiane ultra tamarro, ultra-lampadato, ingellato oltre ogni barriera del buon senso ed estremamente superficiale negli usi e nei costumi.

Di certo è meglio un discaccio rap che la malavita, ma il consiglio di imbracciare una vanga e darsi all’agricoltura rimane comunque validissimo.

via | Rockol