One Direction e il video di “One Way or Another”: “Dopo il viaggio in Ghana, abbiamo voluto spendere pochi soldi per girarlo”

I One Direction raccontano il backstage e il dietro le quinte del video One Way or Another

Pochi giorni fa vi abbiamo raccontato della prima esibizione live dei One Directionai Brit Awards 2013– con il loro nuovo nuovo singolo “One Way or Another“, cover della celebre canzone di Blondie. Il giorno dopo, ecco il video ufficiale che riprende diverse scene della boyband in giro per il mondo, tra stanze di hotel, tour e il viaggio toccante in Ghana. Il pezzo, come ben noto, è nato appositamente per il Comic Relief, a scopo di beneficenza. L’intera somma delle vendite, il 100% dell’incasso ottenuto grazie al brano, verrà devoluto ai più poveri in Inghilterra e in Africa.

E, in una recente intervista, il gruppo inglese ha anche raccontato come è nata l’idea del concept del video. Non c’è, infatti, una vera trama, ci sono solo momenti “rubati” nei loro viaggi. E, in effetti, è stato girato volutamente in questo modo, nel tentativo di spendere meno soldi possibili. Proprio loro ci spiegano la ragione:

Come conseguenza al viaggio in Ghana non se la sarebbero sentiti di spendere del denaro semplicemente per le riprese di un videoclip come anticipato da Niall Horan:

“Invece di spendere un sacco di soldi per il video per il singolo ufficiale del Red Nose Day, abbiamo deciso di farlo da soli, in tour “

Harry Styles ha confermato

“Abbiamo girato alcune scene in Ghana in una scuola costruita per i bambini. Ballavano sui tavoli, è stato davvero un grande momento”

Liam Payne, invece, ha aggiunto il suo ricordo del viaggio

“Andare in Ghana e vedere con i nostri occhi le differenze che possono esserci con il denaro raccolto attraverso il Red Nose Day è stata un’esperienza emozionante per tutti noi (…) Inoltre i bambini più piccoli possono ricevere vaccinazioni che salvano la vita e li proteggono contro le malattie infantili come la diarrea e la polmonite”

Zayn Malik è scoppiato in lacrime mentre visitava un ospedale per bambini malati

“Abbiamo visto noi stessi che le donazioni Red Nose Day stanno salvando e cambiando la vita alle persone. Non dimenticherò mai il mio viaggio in Ghana e la gente che abbiamo incontrato. Resteranno insieme a me per tutta la vita. Fortunatamente siamo in grado di avere un impatto e quindi ad essere d’aiuto. Questo è un vero privilegio ed è qualcosa della quale tutti noi siamo orgogliosi di fare parte”

‘One Way or Another (Teenage Kicks)’ è già arrivata in vetta nella classifica di ben 63 paesi

Fonte | Digital Spy