Andrea Giops, Genet testo e video ufficiale

Genet: testo e video nuovo singolo Andrea Giops

Porta per titolo, Genet, il nuovo singolo di Andrea Giops, ultimo estratto da Io non sono Giuseppe Verdi:

“Genet” è un tributo all’omonimo poeta e scrittore francese, in particolare alla sua visione dell’amore senza limiti di sessualità e di amanti. Nasce dalla collaborazione con il cantautore Fabio Cinti e si ispira al più celebre romanzo di Genet, “Querelle de Brest”. Mi sono recentemente trasferito in Francia e l’ho trovato un tema molto attuale, anche in virtù del recente dibattito che si è aperto in merito al “Mariage pour tous”.

Il videoclip ufficiale, diretto da Jacopo Sarno, è girato con la tecnica cinematografica del piano-sequenza. Viene raccontato attraverso una serie di immagini in cartone sostenute da ragazzi provenienti dalla realtà di tutti giorni. La loro danza distaccata fa da cornice alle parole e all’interprete, che prosegue il suo inno all’amore non curandosi della loro identità.

A seguire, trovate il testo e la clip musicale della canzone.

Pensavo a come il vento spazza via la neve
pensavo a come vanno e tornano le onde
come te quando spinta dalle mie delusioni
torni a largo a cercare i suoni della sera
se ce ne è.
Come è che ti chiami tu?
Ogni tua lacrima, ogni tuo sorriso
ogni gesto
come è che ti chiami tu?
lo sai che a volte mi manca
pensavo ai giorni che precedono l’inverno
pensavo all’incoerenza di queste stagioni
ma come sembra che tutto si fermi
si fermi, si fermi
come è che ti chiami tu?
ogni tua lacrima, ogni tuo sorriso
ogni gesto
come è che ti chiami tu?
lo sai che a volte mi manca
mi manca, mi manca.