Bad Brains: il 9 luglio allo Sherwood festival di Padova. Unica data italiana del Reunion Tour

BadBrains

"I Bad Brains sono la più grande live band di sempre" - Dave Grohl

Afroamericani che fanno punk? Immaginatevi la bianchissima scena di Washington D.C. tra il finire degli anni '70 e i primi anni '80. Immaginatevi un gruppo che arriva dalla jazz-fusion e dal progressive, musicisti tecnicamente preparatissimi che si innamorano dei Black Sabbath e dei Ramones e decidono di cambiare radicalmente genere musicale.

C'è già abbastanza materiale biografico per rendere una band 'di culto'. Eppure non è tutto. Immaginatevi un gruppo che viene bandito da molti locali della sua città natale -Washington, appunto- e si trova costretta a trasferirsi a New York, in una specie di apartheid musicale (ci scriveranno anche un brano, intitolato "Banned in D.C."). Ora immaginateveli rastafariani. Sembra un rilancio all'ultima assurdità. Invece sono i Bad Brains: una delle band punk-hardcore più importanti, influenti e talentuose che abbiano mai calcato i palcoscenici.

Due dischi fondamentali per conoscerli. Due dischi che hanno influenzato tantissimi artisti che non mancano di citarli. "I against I", innanzi tutto. Connubio praticamente perfetto tra punk e hardcore melodico. E "Rock For Light": un monumento al reggae incrociato con il punk (e prodotto da un insospettabile Ric Ocasek dei Cars!). Un disco incredibile, anche riascoltato a distanza di anni: potente e innovativo, senza il quale molta della musica attuale non sarebbe neanche lontanamente immaginabile.

Dopo numerosi scioglimenti e litigi, i Bad Brains hanno deciso di partire insieme per un reunion tour. Alla voce c'è H.R., il cantante storico della band. Saranno in Italia per un'unica data: il 9 luglio allo Sherwood Festival di Padova. Non perdeteveli per nessuna ragione.

Bad Brains
"I against I"

Bad Brains
"Sailing On"

  • shares
  • Mail