Scream & Shout, Will.I.Am e Britney Spears, recensione, opinioni della critica e curiosità

spears-williams-video-scream-shout

Ce l'hanno fatta Will.I.Am e Britney Spears a salire nella nostra classifica italiana e raggiungere la prima posizione della classifica Fimi. Quale modo migliore per concludere l'ormai concluso 2012?

Il singolo estratto da #WillPower ha fatto centro. Non siamo sicuramente davanti ad un pezzo potente e contagioso come "I Gotta Feeling" dei Black Eyed Peas ma il ritmo funziona, la presenza tanto annunciata della Spears aiuta, il suo "It's Britney Bitc*" è stato una mossa astuta per far leva sulla frase che apre "Gimme More" dei bei tempi. Insomma, aveva buone possibilità di convincere e vendere. E così è stato.

Ma come è stata accolta dalla stampa la canzone? Il duetto avrà convinto tutti? Oppure c'è chi ha qualche osservazione da fare in merito? Cliccate dopo il salto, scoprendo anche qualche curiosità sul brano (che originariamente non doveva essere cantato da loro...):

britney_scream-and-shout

  • La canzone è stata scritta da will.i.am, Jef Martens e Jean Baptiste, infine prodotta da Lazy Jay e in aggiunta anche da Will.I.Am
  • I primi rumours davano come titolo del duetto "Sexy Sexy" e come data del rilascio il 15 ottobre 2012
  • Scream & Shout, in Inghilterra, ha debuttato alla numero 2, diventando il quarto singolo consecutivo di Will.I.Am ad entrare in top 5 e il primo singolo di Britney dai tempi di Womanizer ad entrare nelle prime cinque posizioni
  • Il video è stato diretto da Ben Mor, girato ad ottobre 2012 e mandato in onda, in una piccola anteprima, durante la puntata del 28 novembre di X Factor Usa.
  • Così Britney ha descritto la collaborazione con Will.I.Am: "Devi sentirlo. E un po' come un genio, uno scienziato radicale nello studio di registrazione, sa esattamente quello che sta facendo, il solo fare una canzone con lui è davvero divertente"
  • Inizialmente la canzone doveva essere cantata da Tulisa Contostavlos per il suo album di debutto, The Female Boss, con il titolo "I Don't Give A F*ck". Ma i produttori del pezzo non vollero che fosse lei a inciderla e così girarono la traccia a Will.I.Am che rimodellò la canzone pensando alla Spears
  • Il concept del video è la molteplicità. Il regista del video ha spiegato che non è presente una narrazione nella storia: "Non c'è nessun significato profondo in tutto questo... Per me era solo questo, ogni scena è come una foto" Chelsea White, autrice del Daily Mail, ha paragonato il look e l'immagine di Britney a quello di una modella di Versace anni'90 arrivata dallo spazio. Per altri ricorda Brigitte Bardot e la celebre Barbarella.
  • La canzone è stata usata come colonna sonora della pubblicità "Beats by Dr. Dre Color". Nello spot sono presenti Azealia Banks, Zedd, Ellie Goulding, Lil Wayne, Zendaya, LeBron James e will.i.am
  • Recensioni singolo

    La reazione della critica è stata discreta rispetto alla canzone, con giudizi tutto sommato positivi. Vediamone alcuni

      Per Michael Murray di RyanSeacrest.com è qualcosa che non abbiamo mai sentito. Britney Spears abbraccia un alter ego mentre Will.I.Am continua a far roteare la sua firma con i beat elettronici.

      Jocelyn Vena di Mtv sottolinea come il pezzo sia un amplificato inno da pista da ballo, pieno di cambi di tempo e dubstep in abbondanza

      Robert Copsey di Digital Spy vede il risultato finale come qualcosa di un po' confuso tuttavia dopo alcuni ascolti risulta orecchiabile

      Bill Lamb di About.com ha un ritornello orecchiabile e una melodia irresistibile, un vero e proprio passo in avanti per Will.I.Am, una hit assoluta per il mercato americano

      Anche il sito AOL On la indica come un gioiello dance ("Forse la parte migliore di tutta la canzone è il pezzo "It's Britney Bitc*" pronunciato dalla Spears)

      Jenna Hally Rubenstein di MTV Buzzworthy rimpiange la poca presenza della Spears che meritava maggiore partecipazione al pezzo.

      Emily Exton di PopDust è felice di Britney migliora sicuramente la sequenza di 'lose control', 'let it go' e 'hit the floor' di Will.I.Am ma la canzone meritava più strofe per avere un migliore equilibrio

      Negativo il giudizio di Malene Arpe del Toronto Star che ironizza: piuttosto che farti urlare o gridare l'effetto è quello di cullare chi ascolta il pezzo

    will.i.am-birtney-spears

    • shares
    • Mail