Adriano Celentano compie 75 anni: gli auguri 'rock' di Soundsblog (e il video provino per "Italiani brava gente")

Adriano Celentano

Adriano Celentano è l'immagine a 360 gradi dell'artista. E non di quelli fintamente impegnati che fanno un po' tutto (e anche un po' come viene) ma uno di quelli rari che riescono a fare tutto e bene. Sono pochi ma il Molleggiato, innegabilmente, è uno di questi. Nella sua vita camaleontica è passato da attore disimpegnato ad attore serio(so) a cantante a uomo di cultura e oratore. Un vero "One Man Show". Facile? Affatto. Quante persone saprebbero attirare l'attenzione di milioni e milioni di italiani in un paio di serate tv? Pochi. A cantare e parlare ancora meno. In Italia, la musica batte anche sul Due ma non sempre l'audience premia (su Rai, Mediaset o satellite). E' questione di immagine, di storia, di saggezza, di sapere cantante e incantare il pubblico. Adriano ha queste capacità e i dati di vendita e di share lo confermano in ogni occasione.

Chi nel corso della propria vita non ha ascoltato o canticchiato una canzone di Celentano? Azzurro è praticamente un passaggio obbligatorio nell'adolescenza di chiunque. Io la ricordo al centro estivo quando ero ragazzino, nella mente di moltissimi è collegato alle gite, ai viaggi scolastici o alle escursioni turistiche. "Una carezza in un pugno" è un classico intramontabile e praticamente chiunque conosce il pezzo ("A mezzanotte sai che io ti penserò..."), una canzone romantica lato B del precedente brano citato. Entrambi furono un successo clamoroso vendendo due milioni di copie solo in Italia nella prima edizione. E " Chi non lavora non fa l'amore" cantata anche da Claudia Mori? Oltre ad essere ascoltata e cantata fu anche al centro di polemiche, confermando così ancora una volta l'attenzione del pubblico verso l'artista. Tra le più recenti, invece, impossibile non citare "L'emozione non ha voce", uscita nel 1999 e all'interno dell'album di successo "Io non so parlar d'amore", in collaborazione con Gianni Bella (musica) e Mogol (testi). Oltre i due milioni di dischi venduti.

L'ultimo Lp di Adriano risale al 2011 ed è "Facciamo finta che sia vero" al cui interno sono presenti la collaborazioni di Jovanotti, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Franco Battiato e Pacifico. Spicca "Ti penso e cambia il mondo", già classico in nemmeno due anni dall'uscita. A cementarlo nella memoria degli italiani, il duetto con Gianni Morandi in occasione di Sanremo 2012 e durante il concerto Rock Economy all'Arena di Verona. Noi di Soundsblog oggi vogliamo festeggiare i 75 anni del Molleggiato... rock. Come probabilmente piacerebbe anche a lui, chissà...

Adriano Celentano

Adriano Celentano
Adriano Celentano
Adriano Celentano
Adriano Celentano

Adriano Celentano
Adriano Celentano
Adriano Celentano
Adriano Celentano
Adriano Celentano

La parola Rock è sempre stata molto amata da Celentano. Non per niente, i suoi due show hanno questa parola nel titolo: Rockpolitik nel 2005 sulla Rai, Rock Economy nel 2012 per Canale 5. Ed ecco, otto anni fa, la definizione di rock e lento per il cantante:


    "Il doppiopetto è lento
    i bluejeans sono rock

    Il cannone è lento
    i fiori sono rock

    Chi si sospende è lento
    però se è una finta è rock. E il sospetto è questo

    Il 26 è lento
    il 27 è rock

    La fanfara è lenta
    il rock è rock

    Cassano è rock, Zeman è rock
    Moggi è lento

    Valentino Rossi è rock
    Porto Cervo è lento

    Lo zoo è lento
    la foresta è rock

    Il sesso è rock
    il sasso è lento

    La tortura è lenta, lentissima,
    la pietá è rock

    Le polpette sono rock
    l'hamburger è lento

    La carbonara è rock
    la minestrina è lenta

    Paperino è rock
    Topolino è lento

    Il silicone è lento
    ...quelle vere sono rock

    La donna è rock
    il maschio è lento

Già nel 1959, il rock riecheggiava nei testi delle sue canzoni (Il tuo bacio è come un rock) e nel 1968 usciva poi l'album "Adriano Rock"

Il tuo bacio è come un rock | che ti morde col suo swing. | È assai facile al knock-out | che ti fulmina sul ring. | Fa l'effetto di uno choc | e perciò canto così: | "Oh-oh-oh-oh-oh-oh-oh | il tuo bacio è come un rock

Adriano ha sempre amato il rock inteso come genere musicale. Ha colto le sue influenze nel territorio americano -non subendolo ma personalizzandolo- e ha cercato anche, nel corso della sua vita di essere lui stesso "rock", forte, di impatto. Non ha avuto paura di esprimere le proprie idee -scomode, discutibili, provocatorie- dividendo il pubblico tra chi lo applaude per il coraggio e chi, invece, lo critica per crederci troppo in quello che dice e per pontificare abitualmente. Adriano Celentano scuote, lo ha fatto all'inizio della sua carriera, tra un ciak e l'altro, tra una ballata romantica da struscio e una Prisencolinensinainciusol senza senso. Anche oggi ha voluto festeggiare il suo compleanno a modo suo, con un video inedito sul suo blog ufficiale ("Questo è il provino per il ruolo da protagonista del film “ Italiani brava gente” di Giuseppe De Santis girato nel 1965. Adriano, pur avendolo brillantemente superato, non lo interpretò perché si era sposato da poco e non voleva lasciare Claudia"). Il tutto accompagnato dalla frase dello stesso Celentano:

"E' il mio compleanno. E il modo migliore per farmi gli auguri, è che sia io a farli a voi con il video che ho postato. Un augurio a tutti quelli che per amore, a volte sono costretti a dire una bugia e uno, ancora più grande, a quelli che non la diranno"

75 anni rock per un cantante che ama far discutere e scuotere le coscienze. In un'Italia spesso appisolata, un cantante oratore in grado di comunicare a parole e note, in ogni caso, non può che fare bene. Voglio omaggiare così il compleanno di Adriano, elencando le canzoni "rock" che mi hanno conquistato, le tre che preferisco, classici intramontabili e collegati subito al suo nome. Il vostro pezzo -o pezzi- preferiti di Celentano? Quando Adriano è rock per voi?

Adriano Celentano
Adriano Celentano
Adriano Celentano

Foto | Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail