Zucchero sui talent show: Mi fanno davvero orrore con l'unica eccezione di Noemi"

In una lunga intervista a Vanity Fair, Zucchero non ha speso parole magnanime nei confronti dei talent show (accostandosi, in parte, alle opinioni di Enrico Ruggeri) di nuova generazione come X Factor ed Amici:

Ci sono persone che conosco che mi chiamano e mi chiedono: 'Dai, mi aiuti a partecipare ai reality, ai talent show?'. Io? A me lo chiedi? A parte che non conosco nessuno ma poi mi fanno davvero orrore. Ci sono anche ragazzi bravi ma poi i coach che hanno insegnano loro a cantare tutti allo stesso modo: identico tempo, identico modo di aprire la bocca. E infatti il primo disco va benissimo, il secondo bene, il terzo così così e il quarto non lo fanno.

Il cantautore emiliano, però, ha individuato anche il carnefice di questo 'delitto':

E' anche colpa delle case discografiche che vogliono sempre la novità, che hanno creato il sistema dell'usa e getta. Però questi ragazzi non sono cose, sono persone e io credo che anche psicologicamente questa parabola del successo facile li destabilizzi tanto più che non hanno alle spalle la fatica e le porte in faccia della gavetta.


Adelmo Forniaciari è piuttosto pessimista sul futuro artistico dei giovani talenti artisti, una volta spente le luci della televisione:

Non vedo storie felici con l'unica eccezione di Noemi.

E se la figlia Irene avesse giocato la carta del talent per emergere nel mondo della musica (e scrollarsi l'ingombrante immagine del famoso papà) cosa le avrebbe detto?
Foto © Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail