Luigi Salerno, Lontano: testo e video ufficiale (anteprima)

Luigi Salerno, Lontano: video e testo

Dal 29 marzo sarà disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming "Luigi Salerno", l’album omonimo (IndiePendente – Prima o Poi Sas) del cantautore piemontese.

Dallo stesso giorno in rotazione radiofonica con “Lontano”, primo brano estratto dal disco.

“Lontano” è un viaggio immaginario. È stare in un luogo preciso: un cedro secolare posto in una collina dominante del Piemonte, cercando di vedere il mondo da prospettive diverse, anche impossibili. Come dentro gli occhi di un’altra persona. Il vento che da lassù tira sempre forte sembra portare via i brutti pensieri e il dolore rimasto appiccicato alla vita.

Il videoclip è stato girato nelle Langhe, in Piemonte:

"Ho voluto fortemente che venisse girato in quel posto preciso, il cedro del libano che fin da piccolo è stato il mio nascondiglio, il posto dove nascondermi e liberare l’anima. La protagonista è Maria Agnese, una mia compagna di classe della scuola media che è stata perfetta nel fondersi con la canzone"

«Questo album – sottolinea l’artista - è la prova che la musica ha un potere che noi piccoli umani non possiamo contrastare, le canzoni contenute hanno lottato per conto loro per poter essere raggiunte da chiunque, io ho solo fatto da tramite e per me è stato un grande onore accompagnarle fino a qui. Ora spero trovino la giusta collocazione e che arrivino alle orecchie di chi avrà bisogno di ascoltarle e farle proprie».

Qui la tracklist del disco: “Prima di te”, “Respirare il mare”, “Lontano”, “Tanto da non poterne più”, “Fermo”,
“Ti darò”, “Mi basta un tramonto”, “Catalena”.

A seguire il testo di "Lontano" mentre, in apertura post, il video in anteprima su Soundsblog.it

Luigi Salerno, Lontano, Testo

LONTANO

SONO IN UN POSTO LONTANO DOVE LA NOTTE NON DORME
DOVE LO SGUARDO DEL MONDO NON FERISCE IL MIO AMORE
SONO SEDUTO IN DISPARTE SULLE GINOCCHIA DI UN CEDRO
NELLA COLLINA DI FRONTE LA CASA DOVE SON NATO
DOVO HO IL CORAGGIO DOVE SONO CRESCIUTO
DOVE LE ORME LASCIATE IL VENTO A SOFFIATO LONTANO

SONO IN PUNTO SICURO SDRAIATO ALL' OMBRA DI UN MELO
E DALLA CIMA DI UN RAMO VEDO IL PROFILO DEL CIELO
SONO VENUTO A CERCARE IL MODO GIUSTO ED IL SOGNO
CHE AVEVO MESSO DA PARTE DENTRO LE TASCHE DEL SOLE
DOVE L'INCANTO E' ANDATO PERSO E NESSUNO
COME NON FOSSE ESISTITO A VISTO IL VENTO SOFFIARLO LONTANO

SONO IN TEMPO PERFETTO DENTRO I TUOI OCCHI SPLENDENTI
E TRA LA MUSICA E UN CANTO ATTRAVERSO I MIEI GIORNI
SONO VENUTO A SPIARE LE TUE MOSSE ED I GESTI
PER NON TROVARMI SMARRITO QUANDO DOMANDI I MIEI PASSI
DOVE HO IMPARATO A RESTAR CALMO E DECISO
PERCHE' NON PERDO PIU' IL SONNO
E IL VENTO E' SOLO UN RICORDO LONTANO

SONO IN UN LUOGO DISTANTE DENTRO LA CULLA DEL PORTO
E SULLE LABBRA HO IL SORRISO ED IL SAPORE DEL SALE
SONO VENUTO A INCONTRARE I MIEI PENSIERI PIU' SVELTI
E LE MATTINE DI SABBIA CHE ERA RIMASTA TRA I DENTI
DOV'E' IL MIRAGGIO DOVE NESSUNO RINCORRE
E LE LENZUOLA SON FRESCHE E IL VENTO PORTA IL DOLORE
LONTANO

  • shares
  • Mail