Sfera Ebbasta (velatamente) contro la Rai: "Gente pagata da noi, che perde tempo ad analizzare i miei testi"

"Quando mai ho detto che drogarsi è giusto? Mai fatto". Sfera Ebbasta vuota il sacco dopo mesi di accuse.

"Non ho mai detto niente, sono sempre stato zitto e ho sempre cercato di fare il superiore e cercato di farmi scivolare addosso la cosa. Però noto che la situazione sta diventando veramente ridicola, sta diventando tragica. Sono mesi che mi sveglio ogni giorno e trovo il mio nome su qualche giornale o telegiornale, in cui vengo diffamato gratuitamente. Gratuitamente raga. In cui vengono presi di mira i miei testi". Sfera Ebbasta non ci sta e, attraverso un video pubblicato sui suoi social, svuota il sacco.

Il riferimento, non palese ma piuttosto chiaro, è alla Rai. Quando sembrava fatta per l'arruolamento nella giuria della prossima edizione di The Voice, infatti, l'ad Fabrizio Salini ha deciso di escludere il trapper dal talent di Rai2 a causa dei suoi testi considerati poco edificanti: “Mi chiedo: in un paese come l’Italia, in cui ci sono un miliardo di problemi, questi dove trovano il tempo per analizzare i miei testi? Cioè, non hanno niente da fare? Gente pagata da noi, con le nostre tasse, che invece di lavorare sta lì a perdere tempo e ad analizzare i testi di Sfera Ebbasta per capire se incita o meno l'uso di sostanze stupefacenti".

Sfera ci ha tenuto anche a tenere lontane le accuse di istigazione all'uso di droga:

“Ma quando mai? Quando mai ho detto che drogarsi è giusto? Quando mai ho detto fate questo piuttosto che quest’altro? Mai fatto. Io ho parlato di me stesso, ho parlato di quello che ho fatto io e che è stata la mia vita. E non mi sono mai nascosto dietro un dito. Quello che dovevo dire l’ho detto. Mi sembra ridicolo adesso puntare il dito contro di me e dire che Sfera è il demonio, che Sfera incita alla droga, che è un cattivo esempio per i ragazzini. Il cazzo. Se i ragazzini, invece che perdere tutto il tempo per strada, si dedicassero alla musica, come ho fatto io, troverebbero di sicuro una strada alternativa a quella del cazzeggio. I ragazzini mi prendono come esempio non perché fumo le canne, ma perché ce l’ho fatta”.


  • shares
  • Mail