Ora o mai più, Jessica Morlacchi: l'inedito è Senza ali e senza cielo (testo, audio e video)

Disponibile da domenica 3 marzo 2019, il brano è stato eseguito in anteprima nella finale del talent show di Rai1

Si intitola Senza ali e senza cielo il nuovo singolo di Jessica Morlacchi, che sarà presentato in anteprima durante la finale della seconda stagione di Ora o mai più, il talent show di Rai 1 che mira a rilanciare in radio stelle dimenticati del firmamento musicale italiano. Il singolo sarà disponibile in digital download e sulle principali piattaforme di streaming da domenica 3 marzo 2019.

In un'intervista a Gossip e Tv, l'ex leader dei Gazosa ha parlato del brano che segnerà il suo ritorno sul mercato musicale, scritto da Miki Porru e dal coach Red Canzian, con cui ha costruito un forte legame professionale:

È un pezzo che parla della mia storia, del mio percorso, di questi dieci anni in cui sono stata male. All’inizio avevo pensato ad un altro singolo da presentare all’ultima puntata di Ora o mai più ma poi Red mi ha detto di aver scritto un brano per me, incentrato sulla mia storia. Mi sono innamorata all’istante di questa canzone. Sono davvero onorata di quello che ha fatto Red, mai mi sarei aspettata una cosa del genere. Mi ha fatto un grande regalo: è l’unico Coach di Ora o mai più che ha scritto un brano al proprio allievo.

La Morlacchi si augura che, spenti i riflettori della trasmissione, l'intesa artistica col suo coach possa proseguire e offrire l'occasione ai due di collaborare in nuovi progetti discografici:

Red mi ha invitato già a duettare nel suo nuovo album e ho accettato subito. Spero ci siano altre collaborazioni. Mi piace molto collaborare con altri artisti, spero anche in qualcosa con Marco Masini che, come ho detto più volte, amo alla follia. Io sono per le collaborazioni, mi piace molto lavorare insieme agli altri artisti, avere uno scambio di idee.

Jessica Morlacchi, Senza ali e senza cielo: audio e testo


(audio in arrivo)

Se la sofferenza supera ogni limite
vivere è morire
mi tremavano le mani e tu non c’eri mai
come si fa a dimentciare
che desdieravo avere stelle dalla terra e fiori dalla neve
mentre tu ti accorgevi di come ero in guerra
l’egoismo non ci vede

Senza ali e senza cielo
non riuscivo più a parlare
senza addosso le apparenze dell’ipocrisia
non so più buttarmi via
io non cadrò

Senza ali e senza cielo
l’universo è tutto qua
dall’inverno si ritorna e non si va più via
finché non si muore più, mai più
finché non si muore più


  • shares
  • Mail