Sanremo 2019, Motta a Blogo: Dov’è l’Italia, una canzone scritta in viaggio

La video intervista a Motta a poche ore dall’esordio al Festival di Sanremo 2019. Il cantante parla della canzone e della serata dei duetti.

Motta partecipa alla sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo con il brano Dov’è L’Italia. Per Motta viaggiare è mettersi in gioco e confrontarsi con il diverso: essere in movimento è un modo per cercare la felicità. Da qui nasce la riflessione più profonda che lo ha portato a scrivere il brano.

Ci puoi raccontare la genesi della canzone? Hai dichiarato che l’hai scritta a Lampedusa e a New York...

Questa canzone l’ho scritta in viaggio. In questi anni sto viaggiando tanto. Credo che viaggiare andrebbe messa come legge obbligatoria, perché è un modo per mettersi in gioco, un modo per confrontarsi con il diverso, ti fa cambiare idea... e questo crea movimento... e il movimento è un modo per essere felice. Di solito scrivo dopo i viaggi, in questo caso ho scritto durante il viaggio, sia a New York che a Lampedusa.

Sulla copertina del singolo c’è raffigurata l’Europa senza l’Italia. Dov’è l’Italia?

Non lo so, per questo ho scritto una canzone. Di solito quando non so rispondere a delle domande scrivo delle canzoni... spero che faccia riflettere.

Nella serata duetti c’è Nada. Cosa ci dobbiamo aspettare?

Nada è un’amica: ho suonato tantissimo la chitarra e la tastiera nei suoi tour. La canzone non è riarrangiata, ma il fatto che ci sia lei stravolge in modo meraviglioso la canzone e mi ha fatto capire delle cose che da solo non avevo capito.

 

 

  • shares
  • +1
  • Mail