Sanremo Giovani 2018, Mahmood a Blogo: “Gioventù bruciata è una storia autobiografica“

Guarda la video intervista di Blogo a Mahmood prima dell’esibizione a Sanremo Giovani 2018.

Sanremo Giovani 2018: questa sera Mahmood cercherà di conquistare il pass del Festival 2019 con il brano Gioventù Bruciata. Blogo l’ha raggiunto in hotel per carpire le emozioni della vigilia. Ecco cosa ci ha raccontato:

Gioventù bruciata è una storia autobiografica. Parla di un’estate in Egitto, un autunno all’Idroscalo, di un inverno chiuso in macchina in tangenziale, come se fosse una fotografia di un periodo preciso della mia vita. Parla anche della mancanza di una persona molto cara e di come si convive nei giorni, nei mesi e negli anni con questo senso di vuoto. Di questa canzone avevo scritto prima il testo, poi l’ho lavorata in studio con Stefano Ceri ed è nato questo giro di accordi. Successivamente abbiamo deciso di pitchare un verso della mia voce in stile “muezzin” che appare come suono sia all’intro che alla fine del pezzo, creando questo mood che poi c’è anche all’interno degli altri brani dell’EP... In tre anni nei pezzi che scrivevo e che scrivo adesso c’è una differenza descrittiva e mi rendo conto che negli ultimi testi riesco a riprodurre in chi l’ascolta la sensazione di ciò che descrivo. L’unica cosa che mi è rimasta del passato è quella sensazione di malinconia che mi porto sempre dietro, quasi come fosse la mia ombra.

In apertura di post potete vedere il video integrale dell’intervista.

  • shares
  • +1
  • Mail