Paola e Chiara, nessuna reunion: "Non sento spesso Chiara. Mi identifico spesso con gli Oasis, ciò che è successo a loro è successo anche a noi"

In questo periodo di reunion, probabilmente ce ne sarà una che non vedremo mai, in Italia. Parliamo del duo composto da Paola e Chiara, nate inizialmente come sorelle cantanti (con esperienze sanremesi alle spalle e grandi hit in classifica) che si sono separate dopo il loro ultimo disco, Giungla, uscito nel 2013.

Da allora, le Iezzi si sono separate artisticamente e, in una recente intervista a Vanity Fair, Paola ricorda il grande successo con le sorelle e le chiacchiera intorno alla fine della loro carriera "a due", con curiosità e interesse costante da parte dei fan storici:

È normale. Mi identifico spesso con gli Oasis, ciò che è successo a loro è successo anche a noi, con le aggravanti che sono maschi irruenti di Manchester e bevono birra.

La cantante, uscita da poco con il brano "Ridi", continua:

Non sento spesso Chiara, ma è un esercizio di rispetto reciproco. Non ci si separa mai in pace. Si può arrivare a un'accettazione. E poi le implicazioni famigliari, la mamma, il papà, la nonna. Mi sono trovata emotivamente sola, non potevo chiamare mia madre e vomitarle addosso tutto. L'iceberg è stato diventare persone diverse, con desideri diversi. Una persona mi chiamò per dire basta, non era lei, ma lo fece per conto suo. Per me è stato un dolore fortissimo.

Infine, uno sguardo al passato e al loro ultimo live con la sorella Chiara:

Tosto. Lo ricorderò per tutta la vita. Nella mia testa non lo accettavo, uno ci mette sempre un po'. Ho lasciato andare quella rabbia, mi sono tenuta la bellezza di ciò che è stato.

  • shares
  • +1
  • Mail