Laura e Biagio Stadi 2019, date e città dei concerti di Laura Pausini e Biagio Antonacci

Laura Pausini e Biagio Antonacci negli Stadi, insieme, nel 2019. Date, città e info biglietti su Blogo.it. Le dichiarazioni della conferenza stampa

L’avevano promesso a milioni di fan e ora sono pronti a scendere in campo: Laura Pausini e Biagio Antonacci saranno protagonisti insieme, nell’estate 2019, di un imperdibile tour nei principali stadi italiani con 10 appuntamenti live che si preannunciano indimenticabili!

Il fischio di inizio è previsto per il 26 giugno allo Stadio San Nicola di Bari.

Data dopo data, le due icone della musica pop emozioneranno il loro pubblico con duetti inediti, i loro grandi classici e le loro più recenti hit, senza ovviamente dimenticare il loro primo singolo insieme, “Il coraggio di andare”, attualmente in radio.

Laura e Biagio Stadi 2019, Date e città

Queste tutte le date del tour, prodotto e organizzato da Friends & Partners: il 26 giugno allo Stadio San Nicola di Bari, il 29 giugno allo Stadio Olimpico di Roma, il 4 luglio allo Stadio di San Siro a Milano, l’8 luglio allo Stadio Artemio Franchi di Firenze, il 12 luglio allo Stadio Dall’Ara di Bologna, il 17 luglio allo Stadio Olimpico di Torino, il 20 luglio allo Stadio Euganeo di Padova, il 23 luglio allo Stadio Adriatico di Pescara, il 27 luglio allo Stadio San Filippo di Messina e il 1 agosto alla Fiera di Cagliari.

Laura e Biagio Stadi 2019, Biglietti

I biglietti in prevendita per il tour saranno disponibili in esclusiva dalle ore 13.00 di oggi, lunedì 3 dicembre, alle ore 13.00 di martedì 4 dicembre per la due "fan base” degli artisti (per gli iscritti al fanclub ufficiale di Laura Pausini – www.laura4u.com - e per gli iscritti alla newsletter di Biagio Antonacci – www.biagioantonacci.it). Dalle ore 14.00 di martedì 4 dicembre saranno, invece, disponibili sul sito di TicketOne e dalle ore 11.00 del 6 dicembre nei punti vendita abituali (si potranno acquistare massimo 4 biglietti ad utente per ogni stadio).

RTL 102.5 è media partner del tour.

Ecco le dichiarazioni di Laura Pausini e Biagio Antonacci durante la conferenza stampa di presentazione dei concerti negli Stadi.

Antonacci: "Devo ringrazire questa meraviglia di pubblico. E' da un po' di anni che mando messaggi a Laura mentre gira per il mondo e mi risponde ad orari assurdi. "Perché non facciamo un tour insieme?" E lei mi risponde "Sono molto stanca..." E io dicevo "Posso capire il tuo stress e la tua stanchezza...". Dovevamo inventarci qualcosa per stimolare anche la nostra parte creativa. Una mattina mi scrive: "Sì, facciamo un tour insieme negli Stadi. Però vieni domenica dalle 6 alla 19.45 da me a Roma a fare la foto".

Laura conferma: "Quando abbiamo cominciato a parlarne, pensavo di passare il 2019 a fare una vita più regolare. Non avevo nessuna idea di fare una cosa così grande. Quando lui mi ha parlato per la prima volta di questa idea, mi ha scritto in un giorno in cui ero giù, mi sentivo più stanca e debole, fragile. Capita a tutti. Quel giorno mi ha fatto pensare con "Così stiamo un po' insieme" e mi sono vista un po' bambina, di nuovo. Gli ho detto "Prendi un vestito elegante!" Nel cortile di casa dove ho affittato queste transenne, ci siamo messi lì in una posa molto chic con
il nostro fotografo Cosimo"

Antonacci: Credo che questa foto rappresenti quello che ci siamo detti. Le transenne fanno il sudore e la parte rock. Quello che vorremmo portare è l'esplosione, la parte più aggressiva e anche lacrime.

Laura: "Siamo amici da 25 anni ma ci scriviamo soprattutto perché non abbiamo tempo di stare insieme".

Ricordano quando Biagio era in gara a Sanremo nei Big e Laura stava facendo il suo debutto con "La Solitudine". Dallo stesso albergo, attraverso il fratello a Milano, ha mandato un teleogramma a Laura con scritto: "Sei la migliore, vincerai".

"Ho telefonato subito a casa alle mie amiche, "Elisa, mi ha scritto Biagio!". E' stato fighissimo".

La Pausini continua: "Tra di noi c'è una sorta di unione quasi fraterna, non c'è bsogno di spiegarci niente o il tempo di chiamarci o meno. So che lui c'è. Questa cosa mi ha fatto sempre sentire protetta". Da 5 anni lui le chiede di fare un tour insieme. Fino alla telefonata di circa un mese e mezzo fa.

Antonacci aggiunse: "Restituire" sarà la parola d'ordine. Restituire alla gente tutto quello che ci ha dato in questi anni meravigliosi".

E Laura fa un appello, col collega:

"Come vedete dalle date, manca la Campania e abbiamo fatto di tutto e di più per andarci. Vorremmo andare al San Paolo. Aiutateci, vogliamo andare lì, in Campania".

Per scaletta e brani da eseguire è ancora presto: "Non abbiamo ancora fatto la scaletta, è stato fatto tutto velocissimo. Le date le abbiamo ricevute due giorni fa. Dal 1 gennaio al 6 facciamo la scaletta. Ci siamo mandati delle liste. Io, delle sue, ne ho messe 36..."

Biagio: "Lei conosce delle canzoni che io non ricordavo..."

Infine, un ricordo del recente Latin Grammy ottenuto come miglior album da Laura:

Quando hanno fatto il mio nome non me lo aspettavo davvero. Ci volevo essere perché ero nominata. Devi comunque esserci anche se perdi, io sono l'unica straniera lì. Mi rispettano al punto da inserirmi nella lista dei cantanti più amati. Dopo i Grammy si fanno le feste. Io non vado mai, appena vinci ti portano dietro in conferenza, poi nella stanza dove c'è il Grammy. Fai la fotografia, lo devi lasciare lì e dopo un mese ti arriva a casa col nome stampato. Alla fine della foto ho rivisto la famiglia, ho ordinato un hamburger doppio in camera d'albergo".

  • shares
  • +1
  • Mail