Violenza 124, un progetto di Niccolò Fabi & C.

Violenza 124Oggi parliamo di un progetto davvero originale. Tutto nasce da Niccolò Fabi e dall'idea di mettere insieme musicisti e sensibilità diverse, partendo ognuno dalla propria creatività. Ha così coinvolto Boosta, Roberto Angelini, Mokadelic, Olivia Salvadori, Sandro Mussida, i Gnu Quartet e un gruppo di percussionisti africani guidati da Ruggero Artale.

Ha dato a tutti una stessa base e un'idea - il tema da sviluppare era la violenza - e ognuno separatamente ha composto, improvvisato, lavorato con il suo stile e la propria personale visione, senza sapere cosa avrebbero creato gli altri. Solo alla fine si sono incontrati, confrontati e hanno unito tutto quanto insieme sotto il titolo "Violenza 124". Così Fabi spiega il progetto:

Ho cercato una pulsione umana primaria e complessa che desse al musicista la possibilità di spaziare in uno spettro espressivo più ampio possibile. La violenza è aggressività e disperazione, istinto di sopravvivenza e sconfitta del dialogo, odio, sessualità e molto altro.



Il tentativo non è stato quello di descriverlo sociologicamente, di condannarla o giustificarla, ma di rappresentarne, grazie a linguaggi musicali così diversi, alcune delle sue tante sfumature.

Dall'esperienza è nato un doppio disco - il cui sottotitolo è "Un concerto in re minore a 124 bpm" intenso, vario, originale e interessante acquistabile online. Sul sito dedicato potete trovare ulteriori informazioni e ascoltarne le anteprime.

  • shares
  • Mail