Red Hot Chili Peppers, pausa di due anni

Red Hot Chili PeppersFlea, funambolico e geniale bassista dei Red Hot Chili Peppers, ha dichiarato in una recente intervista per il Los Angeles Times (l’intervista completa la potete trovare qui) che la band è in pausa e che non scriverà nulla di nuovo per ben due anni.

Questo conferma e amplia quello che aveva già dichiarato in maggio, il frontman Anthony Kiedis, in un intervista a Rolling Stone dove annunciava che la band era in pausa per almeno un anno.

Certo, i Peppers ci hanno sempre abituati a tempi lunghi fra un album e l’altro (quattro anni ad esempio fra By The Way e Stadium Arcadium), però questa volta sembra che, attualmente, la voglia di tornare a fare musica insieme sia minore che in passato.

A questo punto sarebbe auspicabile che, dopo i successi planetari degli ultimi album (oltre 30 milioni di dischi venduti solo con gli ultimi tre dischi in studio), la band torni a sperimentare come ad inizio carriera, quando, insieme ad altri gruppi, inaugurarono l’era del funk-metal, del rap-rock e, in generale, di parte di quel alternative rock che segno indelebilmente tutti gli anni ’90.

Dato che due anni sono lunghi, perché non ripercorrere la loro carriera con il video che trovate dopo il salto?

  • shares
  • Mail