Povia: "Annullato il concerto a Felline (Le). Motivi? Pregiudizi. Dopo ottobre smetto, basta umiliazioni!"

Sfogo di Povia attraverso un video postato su Facebook. Ecco cosa sarebbe successo.

Povia ha condiviso un post -con relativo video- sulla sua pagina ufficiale Facebook, sfogando la sua delusione (in maiuscolo):


SONO TRISTE.. AIUTATEMI A DIFFONDERLO. Brutta domenica.

ANNULLATO IL CONCERTO, DAL PRETE DON ANTONIO.. DOVE? FELLINE (LE) 22/10. MOTIVI? PREGIUDIZI. NON VOGLIO CREDERCI. C'ERA IL CONTRATTO. Dopo ottobre smetto, basta umiliazioni! CHE SCHIFO! CHE I CARI FELLINESI SAPPIANO!

"I pregiudizi hanno vinto" dichiara Povia, parlando del parroco che si sarebbe opposto, senza dare motivazioni e con un contratto firmato (queste le parole del cantante nel video che potete recuperare qui sopra).

Non c’è alcuna ragione economica, ma solo ideologica e con tanti pregiudizi da parte del prete. Don Antonio cancellando il mio concerto, insegna che nessuno deve avere il proprio pensiero

Ma, secondo quanto rivelato dal Quotidiano di Puglia e riportato da Il Giornale, la versione sarebbe diversa:

lo show sarebbe saltato perché il contratto era stato firmato da una persona (che non era componente del comitato festa) a titolo personale, avvalendosi di eventuali sponsor.

E il parroco? Di fronte a queste parole, ha replicato smentendo le affermazioni di Povia (e perdonando, come un uomo di Chiesa insegna da sempre):

Non ho annullato nessun concerto e non avevo motivi per farlo. Non ho pregiudizi verso questa persona che non conosco, non me ne voglia, e quali orientamenti coltivi. Del contratto ho sentito parlare solo cinque giorni fa, firmato da una persona esterna e che nulla ha a che vedere con il comitato. Povia, abbia la bontà di essere un pò più educato, respingo decisamente le accuse. Ha pensato di percuotere il pastore per disperdere le pecore. Lo perdono

  • shares
  • +1
  • Mail