Jack Jaselli a Blogo: "Home Festival 2018? Atmosfera speciale, me la sono proprio goduta" (video)

Video Intervista a Jack Jaselli ospite all'Home Festival 2018

A poche ore dalla sua performance live all'Home Festival 2018, abbiamo incontro Jack Jaselli che, non molto tempo fa, è uscito con un progetto in italiano “Nonostante tutto”, il brano non è solo un singolo ma anche il documentario andato in onda su Real Time, che racconta le genesi del pezzo scritto a 76 mani insieme alle detenute della Giudecca a Venezia.

Suonare sul palco di Home è sempre molto bello. C'è un'atmosfera speciale. E' una perla rara per il nostro Paese sia per l'organizzazione sia per il cast. Quest'anno ho avuto anche l'onore di suonare sul Main Stage, di aprire la giornata. C'è anche una grande responsabilità. Me la sono proprio goduta.

Che cosa rappresenta per un artista del tuo calibro un palco così prestigioso come l'Home Festival?

E' bellissimo... è sempre una bella occasione. Si fondono generi. Chi suona dopo di te porta qualcosa in comune con te ma anche qualcosa di diverso. Nei camerini, incontro un sacco di band amiche, tantissime nuove. Suonare in un palco così bello e grande è una goduria.

Che aria hai respirato tra i tuoi fan ed, in generale, tra il pubblico che ha assistito al tuo concerto?

Ho respirato l'aria di chi voleva godersi una giornata molto simile ad un viaggio. Quando si è a Home si fa un viaggio all'interno della musica.

Nel video, in apertura, le altre dichiarazioni del cantautore.

  • shares
  • Mail