Ermal Meta a Home Festival 2018 (video)

Tra i brani in scaletta per l'Home Festival 2018 anche Straordinario donato a Chiara Galiazzo

Ermal Meta, attesissima guest star della data zero dell'Home Festival 2018, non ha deluso le aspettative. Oltre un'ora di puro spettacolo, costruita attorno alla voce di uno dei giovani cantautori più prolifici della storia musicale contemporanea. Il cantante si è dimostrato, fin dalle prime note, un autentico animale da palcoscenico dominando il palco. Ha suonato il pianoforte, padroneggiato la chitarra, modulando i suoni con una naturalezza, a tratti, disarmante. Confermando di essere eclettico all'ennesima potenza.

Di musica ne sa parecchio (se ne era avuta già ampia prova durante la sua partecipazione ad 'Amici' in qualità di giudice), la vive in maniera viscerale, scandendo, con estrema precisione, le varie corde emotive della vita.

Ascoltare i suoi più grandi successi dal vivo (da Ragazza Paradiso a Vietato Morire) è pura poesia. Anche, e soprattutto, quando ha riproposto, in assolo, Piccola Anima (originariamente incisa in duetto con Elisa), dandone una doppia versione: quella cantata dai fan ha, lasciato spazio alla sua personale interpretazione.

Con Non mi avete fatto Niente, il brano sanremese con cui ha vinto, quest'anno, assieme a Fabrizio Moro, si è assistito ad una sorta di rito collettivo in cui Meta si è idealmente affidato ai fedelissimi seguaci, intenti, a cantare, a squarciagola, le parole, dense di signifcato, del proprio idolo.

Ha, poi, invitato il pubblico, ad eseguire una sorta di 'ginnastica' sulle note di una rivisitata Straordinario, pezzo donato, qualche Sanremo fa, a Chiara Galiazzo. L'interprete, poi, si è congedato donando, idealmente, il proprio cuore a tutti quelli che hanno scelto di condividere un pezzo della propria giornata con lui senza chiedere nulla in cambio.

Non è proprio questo quello che fà un vero Artista?!

Foto di apertura | Facebook ufficiale Ermal Meta

  • shares
  • Mail